Final Fantasy The Spirits Within

  ● Autore: "Rinoa Heartilly" (www) (profilo)

Una ragazza, alla luce accecante del sole che la costringe a socchiudere gli occhi, osserva la distruzione che la circonda: inizia così il primo film d'animazione della Squaresoft, Final Fantasy: The Spirits Within. La ragazza è sola, in un mondo alieno. I suoi occhi, colmi di tristezza e desolazione. Al di fuori di quello che scopriremo essere una sorta di sogno, corre l'anno 2065, e la Terra è sotto assedio. Una meteorite si è schiantata sul pianeta, liberando milioni di creature aliene (i Phantoms) che adesso circolano indisturbati. O quasi. Lo scopo di queste strane essenze sembra essere quello di estinguere (quasi assorbire) ogni forma di vita, ma ad opporsi si para la squadra militare "Deep Eyes", guidata dal capitano Grey Edwards.



Il team incontrerà Aki durante la ricerca del sesto Spirito

(una pianta)

Raccoglierli tutti è l'unica speranza di salvezza per il genere umano, e proprio in questa missione Aki Ross, e il grande scienziato Dottor Sid riversano tutte le proprie forze. I due otterranno anche il supporto della Deep Eyes, ma durante un combattimento,

Aki verrà infettata mortalmente dagli alieni.

Frattanto, il buon esito delle ricerche è compromesso dall'opposizione militare del generale Hein, che si prepara all'uso di un enorme cannone spaziale per disintegrare gli alieni, e con loro Gaya

(lo spirito vitale della Terra). Ignaro del fatto che la distruzione di Gaya avrebbe comportato la fine della Terra stessa. Il tempo scorre velocemente, ma Aki, all'interno dei suoi sogni, troverà la soluzione al mistero degli alieni

e con un commovente finale a sorpresa, raggiungerà valorosamente la sua Fantasia Finale!






Da dove nasce FFTSW

Nel film, il personaggio principale è stato realizzato da una squadra di "grandi" della grafica digitale e dai loro potentissimi computer. Aki infatti è stata creata interamente al computer, compresi i suoi ben sessantamila capelli che pare siano stati l'elemento più difficile da animare. Final Fantasy The Spirits Within non racconta una storia tratta da uno degli episodi della rinomatissima serie "Final Fantasy" (giunta sino a Final Fantasy IX, al momento dell'uscita del film nelle sale). Al contrario, così come ciascun episodio della serie ha sempre raccontato una nuova storia con nuovi personaggi, allo stesso modo il film presenta una nuova trama e dei nuovi protagonisti. Ma, pur non basandosi su alcun Final Fantasy in particolare, i collegamenti tematici con il nono episodio della saga sono davvero molto forti. In primis, il riferimento a Gaya, e al flusso di energia vitale della Terra, che richiamano analogamente Tera e Gaya, ed il flusso di anime gestito dall'albero di Iifa (FFIX). In generale, il film esplora un territorio già familiare agli appassionati della saga: una storia fantasy sulle tematiche della vita e della morte. Immancabile poi Cid, presenza costante in ogni episodio Final Fantasy, il cui nome è stato mutato in "Sid", probabilmente per non dar luogo a possibili errori nella pronuncia. Come sempre, Cid/Sid ricopre una posizione di alto livello, ed è associato ad una idea di grande saggezza. Non manca chi ha notato una somiglianza (fisica, oltre che caratteriale) del Generale Hein con il biondo Seifer, antagonista di Squall in Final Fantasy VIII. In effetti i tratti che accostano i due personaggi sono parecchi: dal punto di vista fisico, la fronte ampia, il sorriso compiaciuto e lo sguardo penetrante; sul piano caratteriale, l'impegno "ad ogni costo" - al confine tra bene e male, giusto e sbagliato - per la difesa delle proprie posizioni.







Le meraviglie della tecnologia

I progressi tecnologici compiuti dalla Squaresoft hanno spinto la computer-grafica verso nuove - prima impensabili - frontiere, sia per quanto riguarda la serie di videogiochi, sia per quel che riguarda il film. Ciascun Final Fantasy è caratterizzato da un proprio mondo, da tradizioni, ambientazioni, atmosfere e personaggi del tutto peculiari: e lo stesso avviene in Final Fantasy The Spirits Within.Con FF TSW si apre una nuova era della narrativa digitale. Il progetto della Columbia e della Square costituisce infatti una pietra miliare nella storia del cinema: FF TSW è in assoluto il primo lungometraggio ad avvalersi interamente di attori digitali, è il primo a simulare con fedeltà l'intera gamma di emozioni e movimenti umani, il primo a creare sfondi foto-realistici per portare sullo schermo una trama complessa ed avvincente. Dei molti film fino ad allora realizzati in computer grafica, nessuno può - dal punto di vista estetico/tecnologico - essere paragonato a FF TSW.
Oltre ai 60.000 (e più) capelli della protagonista, ed ai mirabolanti effetti speciali delle battaglie contro i Phantoms, uno sguardo attento ai fotogrammi del lungometraggio ci consente di capire l'attenzione maniacale che è stata riservata ad ogni dettaglio. Primo fra tutti, il tessuto epiteliale degli attori. I produttori hanno voluto realizzare dei personaggi che fossero il più possibile somiglianti a dei veri esseri umani. Niente pelli perfette ed eteree "da videogioco" quindi, ma increspature, nei, piccole macchie, e persino rughe. L'immagine che segue da' ampia prova degli ottimi risultati raggiunti.


Il Cast e gli Attori
Il regista: Hironobu Sakaguchi
Gli sceneggiatori: Al Reinert e Jeff Vintar
I produttori: Jun Aida e Christopher Lee
Il direttore della fotografia: Motonori Sakakibara
Il capo animatore: Andy Tones
Il responsabile delle scenografie: Tani Kunitake
Il responsabile dell'illuminazione: Kevin Biorke

I personaggi di FFTSW hanno "preso vita" grazie alla tecnica della "motion-capture". Gli attori indossano un costume nero, aderente come una seconda pelle, imperlato di ben trentasette sfere bianche. Sedici speciali cineprese (ciascuna delle quali emette rapidi e silenziosi guizzi di luce rossa) inviano l'immagine allo schermo di un computer, che cattura e trasforma i movimenti dell'attore in segnali digitali. Enormi altoparlanti diffondono nel frattempo una colonna pre-registrata. Ciascun attore ha ricevuto meticolose istruzioni e sa esattamente dove correre, saltare, cadere o girarsi usando come riferimento il grande reticolato appositamente tracciato sul set, vasto quasi 1.500 mq. Il reticolato è circondato da cineprese che registrano ogni minimo movimento, inviando elettronicamente le immagini così catturate ai programmatori. Alla fine, le immagini catturate in diretta sul grande set insonorizzato verranno integrate nei disegni finali dei personaggi, creando così al computer degli esseri umani perfetti.

Ecco il cast attori al gran completo:

# Aki Ross: Ming-Na
# Dr. Sid: Donald Sutherland
# Gray Edwards: Alec Baldwin
# Ryan Whittaker: Ving Rhames
# Jane Proudfoot: Peri Gilpin
# Neil Fleming: Steve Buscemi
# General Hein: James Woods
# Major Elliot: Matt McKenzie
# Membro del Consiglio 1: Keith David
# Membro del Consiglio 2: Jean Simmons



    La Strategia contiene un errore? Segnalalo qui.

[  Versione per la stampa    [  Versione estesa  ]