Guida completa alla risoluzione di Final Fantasy IX

  ● Autore: "Rinoa Heartilly" (www) (profilo)

Per una maggiore semplicità nella ricerca ho suddiviso la Soluzione nei 4 CD di gioco. Vi si accede dai collegamenti seguenti o da quelli del menu. Ma prima di cominciare a giocare, vi propongo qualche utile consiglio, insieme ad una descrizione delle principali caratteristiche di Final Fantasy IX.


  
                                   
   
                                




Consigli Utili

Come per tutti gli episodi della saga, anche per il nono capitolo non esiste un unico modo di affrontare le avventure che stanno per presentarsi ai nostri occhi. Potremo infatti giocare a Final Fantasy IX seguendo esclusivamente la trama principale, oppure potremo prendercela comoda, scoprire ogni dettaglio di questo superbo gioco di ruolo, potenziare al meglio i nostri personaggi, ed affrontare i vari eventi secondari. Inutile dire che, così facendo, il gioco diventa ancora più entusiasmante di quanto non sia già. Due sono i punti fondamentali che, anche inconsciamente, ogni vero appassionato del mondo Final Fantasy possiede: curiosità e costanza. Curiosità, nel voler esaminare ogni minimo aspetto del gioco, nel voler portare a termine ogni questione lasciata in sospeso; Costanza, negli allenamenti e sul campo di battaglia. A questo proposito, vi ricordo che uno dei modi migliori per progredire senza difficoltà fra i nostri viaggi e le nostre peripezie è proprio il combattimento: grazie ad esso, e soprattutto grazie ai punti EXP che riceveremo al termine di ogni battaglia, potremo realizzare dei Level Up, e potenziare i parametri dei nostri personaggi. Questo si rivelerà a dir poco essenziale, molto più di quanto non accadesse, ad esempio, nell'ottavo capitolo della saga: in Final Fantasy VIII infatti, i mostri crescevano progressivamente di livello insieme ai personaggi, ed il modo migliore per diventare più forti era sfruttare la versatilità delle Junctions. Nel mondo di Gidan e compagni invece, la potenza dei mostri non aumenterà con il passare del tempo: un alto livello di esperienza sarà quindi il primo fattore da considerare nell'affrontare le battaglie più impegnative. Cerchiamo quindi di evitare i combattimenti solo se proprio non possiamo farne a meno: eventualmente, potremo farlo utilizzando un Chocobo, oppure evitando gli spostamenti a piedi e preferendo invece l'uso di veicoli - come l'aeronave, disponibile solo nelle fasi più avanzate del gioco.

Come accennavo precedentemente, al termine di ogni battaglia conclusa vittoriosamente, la squadra d'attacco - ossia la squadra che ha preso parte all'incontro - riceverà dei Punti Esperienza, il cui quantitativo cambierà a seconda del mostro che stiamo affrontando: come regola generale, più il mostro è potente, più è alto il suo livello, maggiore sarà il numero di EXP guadagnati. Una volta raggiunta la soglia richiesta, il nostro personaggio salirà di Livello. Noteremo come il numero di EXP da accumulare per il livello successivo sia progressivamente sempre più alto: considerando altresì che i mostri non si fortificano con lo scorrere della trama, e che quindi continueranno a farci guadagnare lo stesso quantitativo di EXP, possiamo facilmente renderci conto di come il sistema dei Level Up sia stato reso più difficile rispetto a quello dell'episodio precedente.
Potenziando i nostri personaggi, cerchiamo sempre di creare una squadra dalla forza uniforme: evitiamo in particolar modo di tralasciare lo sviluppo di alcuni alleati poiché, vista la loro suddivisione in "classi", le loro abilità si riveleranno tutte utili in battaglia. Ogni volta che ci è possibile - ad esempio, quando ci troviamo sulla mappa del mondo - inseriamo in squadra i personaggi più deboli, e perdiamo un po' di tempo cercando di portare il loro livello al pari di quello degli altri membri del gruppo: ovviamente è normale che Gidan, rimanendo quasi sempre in squadra, raggiunga un livello esperienza superiore.

Livello Esperienza a parte, i parametri dei personaggi saranno sotto il nostro diretto controllo grazie al sistema dei capi d'equipaggiamento, che segna un ritorno di Final Fantasy IX allo stile dei primi capitoli della saga. Abbandonando Magicite (Final Fantasy VI), Materia (Final Fantasy VII) e Junction (Final Fantasy VIII), si ritorna infatti a gestire elmi, bracciali, anelli, armi, armature.. L'aspetto sicuramente più interessante di questo sistema è che grazie ai capi d'equipaggiamento potremo procedere all'apprendimento di nuove abilità, racchiuse negli stessi oggetti che indossiamo. Per riuscirvi abbiamo bisogno di speciali Punti Abilità, gli AP, che otterremomo al termine di ogni combattimento vinto, esattamente come i punti esperienza. Vi consiglio quindi di tenere sotto controllo l'Equipaggiamento *molto frequentemente*, per verificare lo stato delle abilità in corso di apprendimento, e per sostituire gli oggetti indossati con altri, non appena avremo imparato le abilità corrispondenti. Teniamo inoltre presente che uno stesso oggetto può rivelarsi utile anche per più personaggi, consentendo loro di apprendere abilità diverse!

La diversità delle abilità apprese da ogni personaggio dipende dalla classe di appartenenza dello stesso: in FFIX ritroviamo le figure del guerriero, del mago nero, della sciamana (invocatrice), della maga blu, del ladro, e così via. Questo comporta una profonda scissione tra potenza fisica e potenza magica: incontreremo personaggi specializzati nell'attacco diretto, altri nella magia nera, bianca, blu e così via. Questo significa evidentemente che l'attacco fisico di un mago sarà insignificante rispetto a quello di un guerriero, mentre quest'ultimo produrrà risultati insoddisfacenti lanciando una magia, e così via. Anche per questo motivo, il numero di elementi che compongono il party in battaglia è salito a 4 - rispetto ai 3 degli episodi immediatamente precedenti -, permettendoci così un'impostazione più strategica dei nostri combattimenti.



    Vai a: Soluzione CD 1



    La Strategia contiene un errore? Segnalalo qui.

[  Versione per la stampa    [  Versione estesa  ]