Gli errori di traduzione corretti dalla mod di Caledor

  ● Autore: "Rinoa Heartilly" e "Caledor"

Final Fantasy IX, ultimo capitolo della saga per PlayStation One, è arrivato in Italia nel Febbraio del 2001 sfoderando una localizzazione italiana splendida ed estremamente curata, che si lascia ricordare soprattutto per  l'uso di parole ed espressioni dalla sonorità romana, siciliana, tedesca, spagnola, latina.


Final Fantasy IX - Quina


Tuttavia, la versione italiana di FFIX presenta diverse imprecisioni, soprattutto nei celebri errori di adattamento del finale di gioco. Inoltre, visto che all'epoca l'unico capitolo Final Fantasy ufficialmente localizzato in italiano era l'ottavo, ne è derivata l'inevitabile perdita di una valanga di citazioni ai precedenti capitoli della saga.

Di recente Square-Enix ha realizzato un porting in alta definizione per il PlayStation Store (PSP, PSVita, PS3), Steam (Windows PC) e smartphone (Android e iOS), migliorando la veste grafica di menu e personaggi, ma senza rimaneggiare il testo della traduzione italiana che continua pertanto a mostrare tutte le lacune della versione originale.

Entra qui in gioco il nostro Caledor, che ha ricostruito e tradotto i dialoghi originali giapponesi di FFIX per recuperare i tanti riferimenti ai precedenti Final Fantasy, corretto alcuni errori di traduzione e, al contempo, "svecchiato" alcuni termini riportando quelli usati da Square-Enix nelle sue localizzazioni più recenti. Il tutto è sfociato in una Mod applicabile alla versione PC Steam di Final Fantasy IX, adesso scaricabile liberamente qui sul Diary!


Final Fantasy IX - Citazione a Cloud di FFVII nella versione italiana Final Fantasy IX - Citazione a Cloud di FFVII nella mod di Caledor
Final Fantasy IX - Il nome di "Gilgamesh" nella versione italiana Final Fantasy IX - Il nome corretto di Gilgamesh nella mod di Caledor


Download della mod

La mod, applicabile alla versione PC di Final Fantasy IX, è scaricabile da questa pagina della galleria Downloads, insieme ad una guida per la corretta installazione. La procedura è estremamente semplice, poiché si tratta soltanto di sostituire un file a quello installato dal gioco, ma assicuratevi comunque di creare e conservare una copia di backup del file originale in modo da poterla ripristinare in caso di problemi.


Citazioni ai Final Fantasy recuperate

Ecco alcune delle citazioni ai precedenti capitoli Final Fantasy andate perdute con la localizzazione italiana e ripristinate dalla mod di Caledor.

  • Completando una missione secondaria a Madain Sari è possibile scoprire il vero nome di Garnet e della sua madre biologica. Nella versione italiana, che si discosta dal testo originale, si tratta di "Jane" e "Sara". In questo modo si è perso il riferimento a "Jayne" e "Sarah", rispettivamente Regina e Principessa di Cornelia in Final Fantasy I
  • Il cognome di Cid è "Fabool", lieve distorsione di "Fabul", Regno di Final Fantasy IV.
  • Il piccolo Chocobo nato nel Villaggio dei Maghi Neri viene chiamato "Bobby Corwen". Il nome originale è "Bobby Korwen", le cui prime due sillabe formano "Boko", nome del Chocobo di Bartz in Final Fantasy V.
  • Il vero nome di Quattro mani, a Daguerreo, è stato tradotto "Ghigamess" anziché "Gilgamesh".
  • Nel Luogo dei Ricordi è possibile leggere un'iscrizione che fa riferimento alla Excalibur II ("Nonsoche II") firmata da tale "Arturo". Peccato che il nome originale fosse "Enkidu", storico compagno di Gilgamesh. Nell'iscrizione inoltre si fa riferimento alla spada "Excalipur" (nota anche come Excalibur Ossidata o Excalipacco) una delle deboli armi fasulle di Gilgamesh; nella versione originale i doppiatori hanno tradotto "Excalipur" in "Excalibur", così creando confusione tra le due armi.
  • Il vero nome di "Mogu", moguri di Eiko, è in realtà "Mog", personaggio di Final Fantasy VI.
  • Il "Sidereo" permette a Garnet di apprendere l'evocazione di Arka ed è forgiato da Hades, nel Luogo dei Ricordi. La traduzione più accurata del suo nome originale però è "Levipietra", il misterioso oggetto che sblocca l'aeronave nel primo capitolo Final Fantasy.
  • L'invocazione di Eiko, "Madein", secondo lo script originario si chiama "Maduin", nome del padre di Terra in Final Fantasy VI.
  • La traduzione più corretta di "Crocifissione", attacco di Trivia, è in realtà "Gran Croce", nome dell'attacco di Exdeath in Final Fantasy V.
  • L'anziano di Lindblum chiamato "Rocco" nella versione italiana porta il nome di "Locke" (personaggio di Final Fantasy VI) nello script originario.
  • La Shogun raffigurata nella piazza di Alexandria, "Madeleine", si chiama più correttamente "Madeline", madre di Terra in Final Fantasy VI.
  • "Trallallà" è il celebre saluto degli abitanti di Conde Petit. Secondo lo script originario del gioco l'espressione è invece "Lalihoo", il saluto dei nani in Final Fantasy IV.
  • Il nome del proprietario del teatro di Alexandria, "A'shuri", è in realtà "Ashley", probabile riferimento ad Ashley Riot, protagonista di Vagrant Story.
  • "Sasun" è il nome del regno nominato nella scenetta a teatro ad inizio gioco. Si tratta in realtà di "Sasune", regno di Final Fantasy III.
  • A Pinnacle Rocks, parlando con Lamù (Ramuh) dovremo ricostruire una storia: si tratta della storia del "soldato valoroso", che ripercorre il sacrificio di Josef in Final Fantasy II.
  • Il nome del fabbro di Daguerreo in grado di forgiare l'Excalibur è stato tradotto in "Kokuro". Si tratta invece di "Kokkol", che è anche il nome del fabbro che forgia l'Excalibur in Final Fantasy IV. Nota bene: è possibile leggere il nome del fabbro soltanto prima di consegnargli il Dito Magico.
  • Il "Monte Gulgu" è un riferimento al "Monte Gulg" di Final Fantasy I.
  • La "Grotta di ghiaccio" è un riferimento alla "Caverna di ghiaccio" di Final Fantasy I.
  • La "Multiracchetta" (arma di Garnet, Eiko e Vivi) è chiamata originariamente "Martiraracchetta", probabile contrazione per ragioni di spazio di "Racchetta di Martina" in riferimento a Martina Hingis, famosa tennista svizzera.
  • Una curiosità: "Exterminio" di Amarant e "Girandola di fuoco" di Seifer (FFVIII) hanno lo stesso nome in giapponese.
  • Il giocatore di carte di Toleno "Operaio n° 9" è in realtà "Automa n° 9", un riferimento all'Automa n° 8 di Final Fantasy Tactics.
  • La descrizione della Campana Reale porta il nome di "Minù". Si tratta di "Minwu", personaggio di Final Fantasy II.
  • Il nome più corretto dell'accessorio "Une" è "Unei", riferimento all'omonimo personaggio di Final Fantasy III.
  • L'abilità "Ali del Vento" di Freija può essere tradotta in "Vento di Reis", riferimento a Reis Duelar di Final Fantasy Tactics.

Dialoghi modificati

Nel corso della localizzazione italiana, alcuni dialoghi sono stati purtroppo tradotti erroneamente o addirittura a volte del tutto fraintesi, attribuendo le frasi a personaggi differenti. Ecco gli estratti di alcuni dei dialoghi "corretti" dalla mod!


Mikoto all'albero di Iifa
Versione originale PSOne
Final Fantasy IXKuja, n-non ti c-condanno
per q-quello che hai fatto.

Anzi, ti ringrazio. C-Ci hai
dato un raggio di speranza.

Fosti c-creato per uno s-scopo
m-malvagio. Tuttavia, è nata una
v-vita che ha vinto quella malvagità.

E noi v-vogliamo avere per s-sempre
questo ricordo! Lo so, è strano a dirsi,
ma v-vogliamo v-vivere credendoci!

Vogliamo c-credere che l’avere
il dono della v-vita in q-questo
mondo, non s-sia un e-errore!
Versione della mod
Kuja, non posso certo dire che
tu abbia fatto la scelta giusta...

Tuttavia... Ci hai dato
un raggio di speranza.

La speranza che, anche se siamo stati
creati per scopi malvagi, le vite che
abbiamo ricevuto valgano più di essi...

Per questo non vogliamo che il ricordo
di te scompaia. Vogliamo tenerlo vivo,
per poter continuare a credere...

... che aver ricevuto il dono
della vita in questo mondo,
non sia stato un errore...

Nota del modder: Il senso viene completamente perduto facendo credere che sia Vivi a parlare (nonostante si vede benissimo Mikoto dietro al testo che si incammina lungo l'albero di Iifa). Mikoto è grata a Kuja perché ha dimostrato che i Jenoma non hanno un destino predeterminato: possono seguire la loro strada come ha fatto lui ribellandosi a Garland, anche se, come ella stessa ammette, lui ha scelto la strada sbagliata. D'altro canto, Vivi ha sempre fermamente condannato Kuja, non l'avrebbe mai ringraziato.


Scena Freija-Flatrey
Versione originale PSOne
Final Fantasy IXFlatrey: Freija, si avvicina il giorno.
Freija: Sì, rivedremo tutti ad Alexandria!
Flatrey: Riposiamo un po’ prima di partire?
Flatrey: Quando ritorneremo a vivere qui?
Freija: Se ci sei tu, anche fra 1000 anni!
Flatrey: Staremo sempre insieme, vero?
Freija: Sì, per sempre! Ed avremo nuovi ricordi!
Versione della mod
Flatrey: Freija, si avvicina il giorno.
Freija: Sì, rivedrò tutti ad Alexandria!
Flatrey: Vuoi riposare un po’ prima di partire?
Flatrey: Quanto pensi ci vorrà, prima che Burmesia torni al suo antico splendore?
Freija: Se ci sei tu, potrei aspettare anche 1000 anni!
Flatrey: Freija...
Freija: Per adesso mi basta riaverti accanto... I ricordi possiamo ricostruirli insieme!

Nota del modder: Freija va da sola ad Alexandria, Flatrey non si ricorda ancora di lei, ma ricambia il suo affetto. Le ultime tre righe sono state letteralmente inventate.


Dialoghi nel finale di gioco

Nota del modder: in tutti i dialoghi a schermo nero nel finale, dopo di ogni scena è Vivi a parlare, ma in molti manca il suo tipico balbettio di Vivi, dando l'impressione che a parlare sia il personaggio della scena appena trascorsa (Freija, Eiko, Beatrix, ecc...). Le traduzioni sono bene o male corrette, a parte l'onnipresente "grazie amici" in ogni frase aggiunto in modo forzato, dato che a parlare sarebbe stato - secondo i traduttori italiani - sempre un personaggio diverso.

Versione originale PSOne
La vita non è eterna...
Ma mi avete insegnato che possiamo
dargli un senso aiutandoci a vicenda!
Versione della mod
La v-vita non è eterna...
Ma ci hai i-insegnato che possiamo
darle un s-senso aiutandoci a v-vicenda!
Dopo la scena in cui Beatrix posa la Save the Queen
Versione originale PSOne
Final Fantasy IXLe separazioni non sono poi tanto tristi.
Seppur lontani, ho sentito che i nostri cuori
sono rimasti sempre vicini. Grazie amici.
Mi avete insegnato ad apprezzare la vita.
Versione della mod
Le s-separazioni sono t-tristi, è vero.
Ma s-seppur lontani, i nostri cuori
r-rimangono comunque v-vicini.
Anche q-questo ce l’hai i-insegnato tu.

Nota del modder: Come detto sopra. è sempre Vivi che parla, e continua a ringraziare Gidan.


Dopo la scena in cui Amarant e Lanì vanno ad Alexandria
Versione originale PSOne
Che significato ha la mia vita?
Come vorrei viverla? Col vostro aiuto,
ho trovato le risposte. Grazie amici.
Versione della mod
Che s-significato avesse la mia vita...
Come a-avrei voluto viverla... G-grazie per
avermi p-permesso di trovare le r-risposte.

Nota del modder: Grazie amici... detto da Amarant...
Final Fantasy IX
Dopo la scena con Quina nelle cucine del castello
Versione originale PSOne
Mi sono resa conto che non si
può fare sempre ciò che si vuole.
Amici, siete davvero eccezionali!
Versione della mod
Riuscire a fare c-ciò che ci si
prefigge è v-veramente difficile...
Per me e-eravate tutti straordinari!

Nota del modder: qui è palese (dall'uso del femminile) che i localizzatori fossero convinti che fosse Quina a parlare.


Dopo la scena con Eiko nell'ascensore del castello di Lindblum
Versione originale PSOne
L’unica cosa che non mi avete insegnato
è come combattere la solitudine.
Forse, il modo devo trovarlo io!
Versione della mod
L’unica cosa che non a-avete pututo
insegnarmi è c-come combattere la solitudine.
Forse, q-questa risposta devo t-trovarla io.
Finale di Final Fantasy IX
Versione originale PSOne
Final Fantasy IXDimmi, perché l'hai salvato?
Non l'ho salvato
Ho preferito vivere
per tornare a casa, un giorno.
Perciò l'ho cantato
quel canto
Versione della mod (tagli necessari essendo grafica e non testo)
Dimmi, come ti sei salvato?
Non avevo scelta
Dovevo vivere
per tornare a casa, un giorno.
Perciò l'ho cantato
quel canto
Versione originale giapponese e traduzione letterale
Ne~e dōshite tasukatta no…? // Ehi, come hai fatto a salvarti?
Tasukatta n janai // Non è che mi sono salvato
sa ikiyou to shita nda // Semplicemente, dovevo vivere
itsuka kaeru tokoro ni kaeru tame ni // Per poter tornare a casa, un giorno
dakara utatta nda // Perciò l'ho cantato
ano uta wo // Quel canto

Nota del modder: La prima frase è la chiave di tutto. E' stata fatta una confusione pazzesca per due motivi: innanzitutto in giapponese manca l'oggetto della frase (Kuja/Gidan) Inoltre "dōshite" significa sia "come" sia "perché" a seconda del contesto. Il resto è venuto da sé. Inoltre, "itsuka kaeru tokoro ni kaeru tame ni" fa riferimento alla theme song del gioco, dal titolo "The Place I'll Return to Someday" (quella che si sente nella schermata Nuovo gioco/Continua), il cui titolo originale è proprio "Itsuka Kaeru Tokoro".


Altre modifiche

La mod sostituisce anche i nomi di alcune armi, protezioni, magie, tecniche e abilità per recuperare il nome originale o per adattarsi alle più recenti traduzioni adottate da Square-Enix negli ultimi capitoli della saga. Potete visualizzare l'elenco completo di queste modifiche scaricando questo documento pdf.



    La Strategia contiene un errore? Segnalalo qui.

[  Versione per la stampa    [  Versione estesa  ]