Soluzione di Final Fantasy IX - CD 1
  ● Autore: "Rinoa Heartilly" (www) (profilo)

Indice CD1

Parte 1 | Parte 2 | Parte 3 | Parte 4 | Parte 5 | Parte 6 |

Tipo: Idrovolante di lusso con teatro.
Peso: 8235 tonnellate.
Capacità: 288 passeggeri.
Combustibile: Energia della nebbia.
Fabbricante: Cantiere Zebolt.
Matricola: Lindblum 17/8 - 12.
Oggetti: 47 Guil, Pozione.
Boss: Maschera


Dopo lo splendido filmato introduttivo, ci ritroveremo su una nave volante nei panni di uno strano biondino dall'aspetto simpatico. Siamo all'interno di una stanza completamente al buio: accendiamo un fiammifero. Ci verrà chiesto di andare ad accendere le candele poste sul tavolo al centro della stanza, ma aspettiamo prima di farlo. Facciamo un giro completo della camera e, in fondo, raccogliamo 47 Guil e la Pozione premendo il tasto x in corrispondenza del fumetto "!" sulla testa del ragazzo. Quindi spostiamoci sul lato destro ed esaminiamo la parete, accanto alla porta: troveremo delle informazioni sul "Primavista", la nave-teatro su cui ci troviamo (si tratta delle informazioni riportate in alto: tipo, peso, capacità, ecc). Non potremo più raccogliere questi oggetti successivamente, quindi preoccupiamoci di arraffare tutto l'arraffabile durante questa nostra breve visita al "Primavista"!

Spiegazione - I nostri viaggi all'esplorazione di nuovi mondi o particolari locazioni saranno letteralmente tempestati dalla presenza di "fumetti", che appariranno al di sopra della testa del giocatore di cui abbiamo il comando. Il simbolo "!" indica che abbiamo trovato un oggetto o notato un particolare: premiamo quindi il tasto x per raccogliere l'oggetto individuato, oppure per permettere a Gidan di compiere una certa azione od osservazione. Il simbolo "?" invece, indica che dobbiamo compiere una scelta. Anche in questo caso dovremo usare il tasto x, che ci permetterà di accedere al menu contenente le varie opzioni disponibili: selezioniamo la nostra scelta e premiamo ancora x per confermare.

Raccolti gli oggetti, potremo finalmente accendere le candele: avviciniamoci al tavolo e selezioniamo l'opzione "Accendo le candele". A questo punto il ragazzo dovrà rivelare la propria identità. Scegliamo il nome che preferiamo: Gidan è quello predefinito (la scelta è libera, ma cambiare i nomi dei protagonisti va a discapito del realismo del gioco). Una volta presentatici, incontreremo il resto della nostra banda: Er Cina (dall'accento romano), Markus (dall'accento "tedesken") e Blank. Improvvisamente, dalla porta sulla sinistra apparirà uno strano individuo ad interrompere i nostri discorsi. Si tratta di Maschera, il nostro primo Boss. Sconfiggerlo sarà parecchio, e questa battaglia ci sarà utile per prendere confidenza con i comandi e con il sistema di combattimento.

Boss: Maschera

HP: 188
Ruba: Pozione (256/256), Fascia (64/256), Tritamago (8/256)

Strategia: Una volta iniziata la battaglia, avremo l'occasione di dare un'occhiata ai comandi di Gidan e degli altri membri del gruppo. Tutti possiedono il comando "Ruba" (capiremo dopo perché) ed, ovviamente, "Attacco". Con "Oggetti" invece, potremo eventualmente usare oggetti di recupero nel caso in cui il nostro HP - health point: energia - dovesse raggiungere livelli critici. In questo caso la cifra indicante il nostro HP diventerà gialla. Non tutti gli attacchi di Maschera andranno a segno, poiché questi inciamperà spesso, e finirà col ruzzolare in modo non molto aggraziato sul pavimento. Approfittiamone per derubare il nostro avversario di una Pozione, una Fascia e soprattutto del prezioso Tritamago, che ci sarà utilissimo nelle battute successive del gioco. Se intendiamo alternare i furti agli attacchi, lasciamo che sia Er Cina a rubare, poiché il suo attacco è il più debole del gruppo. Dopo qualche turno, il nostro nemico perderà la maschera di Leviathan.

"Ahi ahi, mi scoppia la testa, ah!". Si tratta di Kalò, capo del nostro gruppo! "Picciotti, comincia la rrriunione! -Kalò". Gidan, Er Cina, Blank e Marcus fanno infatti parte del gruppo dei "Tantarus", dei ladruncoli che amano distrarre le proprie vittime inscenando una commedia teatrale, per poi rubacchiare indisturbati nelle dimore incustodite degli spettatori. Seguendo Kalò capiremo che anche questa volta ci toccherà recitare: il nostro obiettivo? Rapire la principessa Garnet Til Alexandros. Rispondiamo quindi alla successiva domanda di Kalò con la risposta esatta.
Nota: Se sbagliamo per circa 60-70 volte consecutive la risposta, selezionando "Rapire la Regina Brahne", irromperà nella stanza una ragazza di nome Carmen che, spazientita, rimprovererà Gidan nel suo tipico accento spagnolo.
Una volta risposto correttamente, lo scenalante approderà al porto di Alexandria con una stupenda sequenza filmata, sovrastando dall'alto l'intera città. Intanto, un piccolo esserino dallo strano cappello guarderà incuriosito la nave volante e la città in cui si trova.




Lungo le vie di Alexandria


Oggetti: Pozione (x 5), Tenda, Collirio, Piuma Fenix, Etere, Panacea, 265 Guil, eventuali vincite al Salto alla Corda, offerte dopo il duello con Blank.
Carte: Phang (x 3), Anphibios, Goblin (x 3), Gelatina, Skelton, Aironet, Piros, Sahagin, Zombie.

Ci ritroveremo lungo le vie del borgo di Alexandria al comando dello strano bambino, che improvvisamente inciamperà, ma sarà presto soccorso da una ragazzina. Rialziamoci e prendiamo confidenza con i comandi del maghetto dal cappello a punta. Notiamo che, per adesso, nel Menu egli viene identificato semplicemente come "Bambino col cappello da Merlino". Entriamo nella casa a destra, se vogliamo parliamo con la vecchina, quindi prendiamo i 9 Guil ai piedi del letto ed una Pozione ai piedi della scala. Saliamo per le scale e al piano di sopra, davanti a noi, troveremo una Carta Phang. Per una buffa scenetta avviciniamoci al tappeto sulla destra: "Questo d-disegno mi va venire il m-mal di mare!" . Torniamo in strada e di fronte la casa, a sinistra, raccogliamo una Pozione. Proseguiamo: ci scontreremo con un topolino che ci accuserà di essergli andati incontro, urtandolo. In realtà, possiamo provare ad evitare il topolino, gettandoci immediatamente sulla destra e poi correndo in circolo per tentare di sfuggirgli: questi ci inseguirà spudoratamente, ci sbatterà contro, ed avrà anche il coraggio di dire che gli siamo venuti addosso :) Scherzi a parte, ovviamente lo scontro è "necessario" e di conseguenza, non c'è modo di evitarlo. Continuiamo a costeggiare il fianco sinistro del viale e raccogliamo un'altra Pozione vicino le ceste della frutta. Parliamo con la gente davanti o dentro le abitazioni, avvicinandoci e premendo il tasto x: scopriremo che ad Alexandria sono tutti in fermento per il grande spettacolo teatrale che si terrà a breve nel castello della Regina Brahne, in onore del sedicesimo compleanno della Principessa Garnet. Il titolo della commedia è "Sarò il tuo passerotto", ed anche noi abbiamo un biglietto. Entriamo nel Menu, selezioniamo la voce Oggetti, scegliamo la sottovoce Rarità, ed esaminiamolo: a quanto pare, il nostro biglietto ci permette di assistere ad un'opera diversa, "Sarò il tuo micino". Entriamo ora nel menu Oggetti ed osserviamone il contenuto: dovremmo avere, oltre agli oggetti appena raccolti, anche la Fascia ed il Tritamago rubati da Gidan e gli altri durante il precedente combattimento. In Final Fantasy IX infatti, esiste un unico menu, in comune per tutti i personaggi: di conseguenza gli oggetti raccolti da uno possono essere utilizzati tranquillamente da un altro personaggio, anche a distanza.

Torniamo indietro fino all'inizio del vicolo, dove abbiamo inciampato, e proseguiamo verso Sud: giungeremo nella piazza secondaria della città di Alexandria. Compiamo un giro completo, in senso orario, del perimetro della piazza e raccogliamo, nell'ordine: una Carta Sahagin, una Carta Anphibios ed una Carta Zombie. Nella parte destra della statua centrale, dedicata alla Shogun Madeleine, troveremo invece una Pozione. Raccolti tutti gli oggetti, potremo rientrare nel vicolo e proseguire verso Nord fino alla schermata successiva. Una volta qui, dopo la breve animazione, esaminiamo i due cespugli in basso: a destra troveremo 33 Guil, a sinistra una Carta Goblin. Entriamo nella Taverna "La luce del mattino": sulla destra troveremo una Pozione, mentre sulla sinistra, in mezzo ai tavoli, ci attendono una Carta Gelatina e 27 Guil. Usciamo e proseguiamo verso sinistra: nella schermata successiva entriamo nel negozio situato nell'estrema destra e raccogliamo i 38 Guil nascosti in basso a destra. Se vogliamo, compriamo qualche oggetto curativo, ma sarebbe meglio scegliere di spendere poco e risparmiare i nostri soldi, almeno per il momento. Una volta preso tutto, spostiamoci verso sinistra: arriveremo nella piazza principale di Alexandria. Aspettiamo ad avvicinarci al botteghino al centro della piazza: ci sono ancora tanti oggetti, Guil e carte di cui possiamo impadronirci. Una volta entrati in piazza, troveremo sulla destra il negozio del saldatore, momentaneamente in ferie, dal quale potremo comunque rubacchiare un Etere in basso a destra. Spostandoci nella stanza accanto invece, entreremo nel negozio d'armi (anche in questo caso è bene spendere poco), dove alla destra del grande bancone scoveremo una preziosa Panacea. Torniamo fuori e recuperiamo una preziosissima Piuma Fenix nascosta all'entrata del viale in alto, sulla sinistra.

Gironzoliamo un po' nella piazza e cerchiamo un ippopotamo di nome Hippo: solitamente si trova nella parte Nord della piazza, oppure in piedi vicino le due guardie che controllano il portone. Se gli rivolgiamo la parola ci dirà di essere in possesso di alcune carte veramente rare e preziose, che ha nascosto in un luogo super segreto, aggiungendo che nessuno riuscirà mai a trovarle. Spostiamoci a sinistra ed entriamo nel piccolo viottolo: percorriamolo tutto fino alla schermata seguente. Proseguiamo ancora ed entriamo nella prima porta a sinistra. Molto probabilmente una bambina di nome Ealia - è la nipote della vecchietta che lavora al fuso - ci bloccherà il passaggio, ferma sulle scale. In tal caso usciamo dalla casa, aspettiamo che Ealia corra fuori, quindi rientriamo. Prendiamo il Collirio al primo piano, saliamo per le scale e raccogliamo 3 Guil. Torniamo fuori ed entriamo nella porta successiva, proseguendo verso il basso: siamo nella Torre. Saliamo per la scala e tiriamo la corda che troviamo in cima: un piccolo scrigno cadrà dall'alto, ed al suo interno troveremo le carte di Hippo. Si tratta di una Carta Aironet, una Carta Goblin ed una Carta Phang. Usciamo dalla Torre, continuiamo ancora verso il basso e giriamo a sinistra per parlare con il bambino sulla trave: si tratta di Tommino Micino, che ha appena perso il proprio gattino. Accettiamo di aiutarlo e diciamogli che lo avviseremo non appena vedremo il suo micio. Torniamo indietro, fino alla piazza secondaria - quella a Sud del luogo in cui è iniziata la nostra avventura - e raggiungiamo il piccolo gattino miagolante: premiamo il tasto x e Tommino ci raggiungerà, andandosene tutto contento con il suo gattino. Ovviamente ad una buona azione corrisponde una ricompensa, quindi ritorniamo al molo da Tommino, e parliamogli per ricevere in regalo una Carta Piros! Torniamo adesso nella Piazza principale: noteremo tre ragazzine che giocano al Salto con la Corda. Il Salto con la Corda è uno degli innumerevoli sottogiochi che Final Fantasy IX ci propone. Avvicinandoci alle bambine e rivolgendo loro la parola, avremo modo di testare i nostri riflessi, cercando di compiere il maggior numero di salti possibili. Il metodo senz'altro migliore per riuscire in questo sottogioco è prendere il ritmo con i movimenti del piccolo mago nero, premendo il tasto x in corrispondenza del simbolo "!". Facciamo attenzione però: il simbolo, man mano che proseguiamo nei salti, rimarrà sullo schermo per intervalli di tempo sempre minori. Di conseguenza, sarà bene velocizzare i nostri movimenti e, nelle fasi più avanzate, premere il tasto x qualche centesimo di secondo prima dell'apparizione dello "!". Ovviamente proseguire in questo sottogioco presenta dei vantaggi: più salti riusciremo a compiere, più oggetti preziosi riceveremo in cambio, secondo la tabella che segue:


N. Salti Premio ricevuto
20 salti 10 Guil
50 salti Carta Kyactus
100 salti Carta Genji
200 salti Carta Alexandria
300 salti Carta Megaracchetta
1.000 salti Attestato: "Re del Salto alla Corda"

Il metodo senz'altro migliore per riuscire in questo sottogioco è "prendere il ritmo" con i movimenti del piccolo mago nero, premendo il tasto x in corrispondenza del simbolo "!". Facciamo attenzione però: man mano che proseguiamo, il simbolo rimarrà sullo schermo per intervalli di tempo sempre minori. Di conseguenza sarà bene velocizzare i propri movimenti e, nelle fasi più avanzate, premere il tasto x qualche centesimo di secondo prima dell'apparizione dello "!". Raggiungere le prime cinque soglie segnate dalla tabella non è impossibile, ci basterà solo qualche tentativo ed un po' di allenamento. Le cose si complicheranno invece per il raggiungimento della quota "1.000 salti", quota che corrisponde all'assegnazione della Rarità "Re del Salto alla Corda": sicuramente raggiungere questa soglia ci porterà via un bel po' di tempo. Se non ci troviamo a nostro agio con i tasti "quadrato" e "cerchio" possiamo sempre momentaneamente cambiarli dal menu "Configura". Teniamo comunque presente che non è necessario portare a termine il Salto alla Corda in questo momento, poiché avremo una seconda possibilità di giocarvi, molto più avanti, nel corso del CD 3. Se hai bisogno di aiuto o vuoi confrontare il tuo record con quello di altri appassionati, posta su Salto alla Corda, sul Rinoadiary Forum.
Cerchiamo comunque di realizzare almeno 72 salti, per poter leggere fra breve una lettera. Inoltre, sulla parete dell'abitazione accanto a quella di Ealia troveremo affissa "La Classifica del Salto a Corda" contenente i tre valori relativi alle nostre tre migliori prestazioni con la corda.



    Continua - Soluzione CD 1 - Parte 2



    La Strategia contiene un errore? Segnalalo qui.

[  Versione per la stampa    [  Versione estesa  ]