Produttore: Squaresoft
Publisher: Squaresoft

Date di release
Japan 6 Dicembre 1992 (SNES)
Japan 19 Marzo 1998 (PS One)
USA 30 Settembre 1999 (PS One)
Europa 17 Maggio 2002 (PS One)
Japan 12 Ottobre 2006 (Game Boy Advance)
USA 6 Novembre 2006 (Game Boy Advance)
Europa 16 Marzo 2007 (Game Boy Advance)
Japan 18 Gennaio 2011 (Wii Ware)


Genere: RPG
Piattaforma: Super Nintendo NES, Game Boy Advance, Wii Ware, PlayStation One.



Nel 1992, appena diciotto mesi dopo la pubblicazione del precedente episodio, fa la sua comparsa in Giappone "Final Fantasy V". La console predestinata è ancora una volta la Super Nintendo NES a 16 bit, ma questa volta la cartuccia utilizzata ha una capacità ben maggiore, pari a 16 Mbits. Il gameplay e la grafica, come prevedibile, sfruttano appieno la tecnologia della console ed il risultato è l'ennesimo successo per l'ormai lanciatissima Squaresoft. Alla base della storia, anche questa volta, i mistici Cristalli ed i loro magici poteri, che iniziano però a frantumarsi misteriosamente. Il Re di Tycoon, avvertito il pericolo decide di recarsi al Tempio del Cristallo del Vento per verificare la situazione e magari capirne qualcosa in più. Ma al suo arrivo il Cristallo va in frantumi e del potere del Vento non resta alcuna traccia. La vicenda si farà man mano più complessa ed intrigante, verrà rivelato il coinvolgimento del perfido di turno, Ex Death, e proseguirà sino a toccare il culmine in svariate scene toccanti e mozzafiato. Compito del giocatore è naturalmente evitare che il peggio accada, e che i Cristalli possano svanire del tutto: nei panni di Bartz e dei suoi compagni Galuf, Lenna, Faris e Krile attraverseremo dunque vastissime lande, affrontando temibili creature, svelando intrighi di ogni genere sino ad arrivare finalmente al responsabile di tutto.
Sul piano del gameplay, la scelta cade sul collaudato Job System - nell'ambito del quale vengono elaborate la bellezza di 22 classi differenti - associato ad una nuova forma di esperienza, ABP, pensata esclusivamente per lo sviluppo dei livelli dei vari Job. Viene introdotto anche il concetto di "multiclasse", che sarà poi riproposto in Final Fantasy X-2, che consente al personaggio che abbia appreso certe abilità appartenenti ad un determinato Job di "portarle con sé" ed utilizzarle anche con un Job differente, in modo da creare personaggi più versatili e multi sfaccettati. Viene migliorato anche il famoso ATB (Active Time Battle) che, per la prima volta, consente al giocatore di visualizzare il turno successivo, così incrementando la componente strategica delle battaglie.
La versione originale originale di Final Fantasy V non fu mai esportata in Nord-America, nonostante un progetto volto alla creazione di "Final Fantasy Extreme", destinato ad un pubblico occidentale ma mai completato. Nel 1999, per console PlayStation, venne creata la compilation Final Fantasy Anthology, contenente il quinto ma anche il sesto episodio della saga, questa volta anche per i mercati europeo e nord-americano. Qualche anno dopo, nel 2006, fu la volta di un porting per console Game Boy Advance, sotto il nome di Final Fantasy V Advance. Quest'ultimo titolo, lungi dall'essere una mera riproduzione del capitolo originale su nuova console, porta con sé anche una serie di modifiche di sostanza, come delle migliorie sul piano grafico, la creazione di quattro nuovi Jobs, la funzione di salvataggio rapido, e un nuovo dungeon composto da ben 30 livelli.



Final Fantasy V Final Fantasy V Final Fantasy V

Final Fantasy V Final Fantasy V Final Fantasy V



Director: Hironobu Sakaguchi (Ryuma Nuno per FFV Advance)
Music Composer: Nobuo Uematsu (Supervisore per FFV Advance)
Image Designer: Yoshitaka Amano
Battle Planner: Hiroyuki Itou, Akihiko Matsui
Map Designer: Kaori Tanaka, Yukiko Sasaki, Hidetoshi Kezuka
Executive Producer: Tetsuo Mizuno, Hitoshi Takemura





# ..Esplorare tutto l'esplorabile, risolvere tutto il risolvibile.. #

[  Versione per la stampa    [  Versione estesa  ]