Guida completa alla risoluzione di Final Fantasy X-2

  ● Autore: "Rinoa Heartilly" (www) (profilo)

Indice
Ai tempi di FFX.. La storia sin qui
Soluzione di Final Fantasy X-2
Novità e Consigli


Ai tempi di Final Fantasy X - La vera storia sin qui
Gli intercessori sono abitanti della Zanarkand di 1.000 anni fa, la cui anima è sigillata in una parete del Monte Gagazet. Il loro compito è quello di sognare incessantemente la "Dream Zanarkand", una perfetta ricostruzione onirica dell'antico splendore della città. E' proprio all'interno di questa città-sogno che, all'inizio del gioco, ritroviamo Tidus, ed è qui che irromperà Sin, catapultando il nostro eroe nel mondo reale. Ma come nascono gli intercessori? Circa 1.000 anni fa scoppiò una guerra tra Zanarkand e Bevelle: la prima poteva contare sulla forza dei propri invocatori, la seconda sulla grande tecnologia sviluppata e sull'abilità dei propri costruttori. La superiorità tecnologica di Bevelle permise alla città di vincere nettamente il conflitto, ed il sovrano nonché maggiore invocatore di Zanarkand - Yevon - non poté fare altro che rifugiarsi alle pendici del Monte Gagazet, insieme ai pochi sopravvissuti. Incapace di arrendersi alla disfatta della propria città, Yevon trasformò i superstiti in intercessori, e congelò le loro anime in blocchi di pietra, affinché questi potessero sognare Zanarkand, e lo splendore di questa potesse continuare a vivere nei secoli. A protezione del sogno, Yevon pose Sin, una gigantesca entità creata attraendo una enorme quantità di Lunioli. Yevon impartì a Sin degli ordini ben precisi: preservare il sogno degli intercessori, impedendo a qualunque gruppo umano di raggiungere dimensioni tali da poter mettere in pericolo il rifugio degli intercessori. A partire da questo momento, Sin iniziò a spargere il terrore su Spira.
Frattanto, Yunalesca - figlia di Yevon - e Zaon - marito di lei -, erano riusciti a fuggire alla vigilia della battaglia finale, ed erano così scampati alla distruzione di Zanarkand. Dopo un certo periodo di tempo, Yunalesca si accordò con il capo di Bevelle: avrebbe mostrato il modo di sconfiggere Sin, in cambio di una perenne adorazione dell'intero pianeta nei confronti di suo padre. Timoroso della potenza di Sin, il leader di Bevelle accettò, e Yunalesca intraprese il suo viaggio alla volta delle rovine di Zanarkand: qui l'invocatrice riuscì a battere Sin per la prima volta, trasformando il suo sposo Zeon in un Eone, e sacrificandolo. Tuttavia, dopo qualche tempo, Yevon riuscì a prendere il controllo di Zaon, e lo usò come nucleo per rigenerare Sin. Yunalesca, legata dalla promessa fatta a Bevelle, restò a Zanarkand da non trapassata: qui, avrebbe continuato a mostrare il modo di eliminare Sin. Tuttavia, dopo svariati decenni (si suppone almeno 200 anni), nessuno aveva ancora portato a termine il compito con successo. Yunalesca creò allora gli Intercessori dei Templi, affinché i più valorosi potessero prendere confidenza con l'arte dell'invocazione, e prepararsi all'invocazione dell'Eone Supremo.
Frattanto, già a partire dagli anni successivi alla creazione di Sin, Bevelle iniziò a diffondere su Spira il "culto di Yevon" per placare l'ira dell'invocatore, consapevole della vera identità di Sin. Così, secondo gli insegnamenti trasmessi alla popolazione, Sin venne unanimemente riconosciuto come "punizione" inviata dal dio Yevon nei confronti di una civiltà che aveva abusato della tecnologia. Le macchine vennero bandite, gli Albhed relegati ai margini della società, e Bevelle acquistò un potere sempre maggiore, presentandosi come unica conoscitrice della retta via. Dopo circa 400 anni, Ohalland, una ex-stella del Blitzball, volle emulare le gesta di Yunalesca e riuscì a sconfiggere Sin sacrificando il suo Guardiano - trasformato in Eone Supremo -, e regalando così a Spira il suo periodo di "Bonacciale". Anche stavolta, però, Sin riuscì a rigenerarsi usando l'Eone Supremo - invocato per batterlo - come corazza per la sua nuova rinascita. Prima di lui soltanto Gandof e dopo di lui soltanto Lady Yocun ed infine Braska riuscirono nuovamente nell'impresa, tutti sacrificando uno dei loro Guardiani. Nel caso di Braska, si trattò di Jecht, padre di Tidus, nonché attuale corazza di Sin. Yuna, figlia di Lord Braska, tenterà di ripetere le gesta del padre, completando il Pellegrinaggio. Questa volta però, gli intercessori - rappresentati dall'intercessore di Bahamut - capiranno che è giunto il momento di smettere di sognare, e faranno in modo che Tidus e Yuna possano interrompere il circolo vizioso che si è ripetuto per troppi secoli.

Grazie all'aiuto dei suoi fedeli Guardiani e della sua grande determinazione, Yuna è stata dunque la prima Invocatrice a sconfiggere definitivamente Sin, rifiutando l'oscura "tradizione" del necessario sacrificio di un Guardiano. Eliminato Sin, gli Intercessori poterono finalmente smettere di sognare, con la conseguenza di far sparire tutti i sogni da essi generati, Tidus compreso. Tuttavia, nel corso dei due anni che separano Final Fantasy X da Final Fantasy X-2, Yuna non riuscì ad accettare la scomparsa del suo Tidus. Ed è così che, due anni dopo, trovata casualmente una strana sfera, la nostra ex-invocatrice riprende il proprio viaggio alla ricerca dell'amore perduto, alla ricerca della strada che la condurrà da Tidus e, inevitabilmente, a nuove sconvolgenti verità. Ma cos'è accaduto frattanto al resto di Spira? Gli insegnamenti religiosi di Yevon, che si è scoperto essere dettati solo da una cieca ipocrisia del clero, hanno completamente perso il loro significato. Gli automi degli Albhed - e gli Albhed stessi - non sono più banditi, e la tecnologia ha ripreso a diffondersi tranquillamente sul pianeta. Molti hanno dovuto trovare dei nuovi obiettivi, delle nuove ragioni da dare alla propria esistenza: come i Miliziani, la cui unica ragion d'essere era quella di combattere contro Sin; come i sacerdoti dei templi di Yevon, scoperta l'inesistenza del "dio" finora venerato; come gli invocatori, che devono adesso rivalutare i propri compiti. In maniera del tutto paradossale, la scomparsa di Sin e l'arrivo del Bonacciale Eterno, hanno dato vita ad un complesso di tensioni e scompigli inaspettati. Tocca a noi affrontarli adesso!


Soluzione di Final Fantasy X-2
Per una maggiore semplicità nella ricerca ho suddiviso la Soluzione nei 5 Capitoli in cui si divide la nostra avventura: possiamo accedere alla soluzione di ciascun singolo Capitolo dai collegamenti presenti qui di seguito, o nel menu laterale.

- Capitolo 1
- Capitolo 2
- Capitolo 3
- Capitolo 4
- Capitolo 5


Novità e Consigli
Mai come accaduto finora nei precedenti episodi della saga Final Fantasy, per questo primo sequel è sicuramente essenziale dedicarsi alle Missioni Secondarie, che per la prima volta assumono un peso più che preponderante rispetto alla trama "obbligata", e non mancano di svelare parti fondamentali della storia stessa. All'interno di ogni singola locazione visitabile di Spira, infatti, si cela almeno una Missione Secondaria per ciascuno dei 5 Capitolo di gioco, nonché numerosi piccoli segreti: la maggior parte di essi potrà essere affrontata solo a partire da un determinato punto dell'avventura, oppure soltanto fino ad un certo momento della storia. Inoltre, passando da un Capitolo all'altro, nuove e differenti missioni si aggiungeranno o si sostituiranno alle precedenti. Per questo motivo è essenziale tenere gli occhi bene aperti e assicurarsi di visitare tutte le locazioni disponibili e, soprattutto, seguire la Soluzione che il Rinoa's Diary vi propone.

Seguendo la strada più breve per attraversare il gioco, avanzando da un "Collegamento Attivo" all'altro, inevitabilmente i nostri personaggi mancheranno dell'esperienza necessaria per affrontare gli avversari più forti che incontreremo. Per questa ragione, è sempre una buona idea perdere un po' di tempo in Level Up - magari fra una missione e l'altra - potenziando i parametri delle nostre combattenti, ed imparando nuove utili abilità. Il modo sicuramente più semplice e fruttuoso per farlo è posizionarsi accanto ad una Salvosfera, ed equipaggiare un personaggio con l'accessorio Armilla dell'esca, dotata dell'abilità "Incontri +". Due o tre passi saranno sufficienti ad incappare nel mostriciattolo di turno: mantenendosi sempre nei pressi della Salvosfera potremo recuperare sempre i nostri HP ed MP e salvare la posizione ad ogni Level Up compiuto!
Per la prima volta nella storia dell'illustre saga, in questo episodio ci ritroveremo al comando di tre soli personaggi: Yuna, Rikku e Paine. In compenso, avremo la possibilità di indossare moltissime Looksfere - parecchie delle quali segrete - e di apprendere un gran numero di abilità. La "versatilità" delle tre ragazze insomma, non ci farà rimpiangere questa inferiorità numerica. Così come in Final Fantasy X potevamo far uscire dal campo di battaglia una "classe" - ad esempio il Guerriero - per far entrare al suo posto una classe differente - ad esempio la Maga Nera - allo stesso modo, in Final Fantasy X-2 potremo, grazie al tasto L1 cambiare il "look" di una delle nostre tre cacciasfere. L'effetto sarà identico: anche in questo caso potremo agevolmente passare da Guerriera a Maga Nera, senza eccessivi sforzi. Ovviamente non saranno solo gli abiti a cambiare, né solo le abilità che ci è possibile usare ed imparare: tutti i parametri del personaggio si stravolgeranno, in modo da essere più consoni al nuovo ruolo! Ci basterà confrontare gli HP e la POT Fisica di una Guerriera e gli MP e la POT Magica di una Maga per rendercene conto. Questo ci permette di impostare una strategia adeguata alle caratteristiche del nostro avversario, e sfruttare al meglio le potenzialità delle tre ragazze: il nemico è debole all'elemento Gelo? Assicuriamoci di avere nella nostra Collezione la Looksfera Nerarcano! Presenta una forte resistenza sia fisica che magica? Le abilità Antiscutum e Antikelesis di una Guerriera ci saranno senz'altro utili. E così via.

Teniamo inoltre sempre presente che la storia di Final Fantasy X-2 è suddivisa in 5 Capitoli. All'inizio di ciascun Capitolo ogni forziere - anche se è già stato aperto - si renderà nuovamente esaminabile, e conterrà nuovi e diversi oggetti. Per questo motivo è sempre una buona idea tornare indietro ad esaminare gli scrigni già aperti. Infine - e si tratta di una innovazione senza precedenti nella storia della saga Final Fantasy - durante tutto il corso della nostra avventura, saremo accompagnati da un Punteggio Completato, che ci mostrerà la nostra percentuale di avanzamento nel gioco. Raggiungere il "100% di P.C." è veramente un'impresa di tutto rispetto, per la quale dovremo affrontare la stragrande maggioranza delle missioni secondarie, ma che ci permetterà di conoscere ogni dettaglio della trama di Final Fantasy X-2. Per la prima volta infatti, la trama "principale" può considerarsi quantitativamente inferiore rispetto a quella che si svelerà svolgendo le missioni secondarie.



    La Strategia contiene un errore? Segnalalo qui.

[  Versione per la stampa    [  Versione estesa  ]