Skip to main content
search

Nel corso della diretta “Square Enix Presents“, la compagnia ha presentato un titolo del tutto inatteso, presentato come “una nuova audace visione di Final Fantasy“. Il suo nome è Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin, ed arriverà nel corso del 2022 su console PlayStation 4 e 5, Xbox Series X e S, ed ancora su Xbox One e su PC.

Si tratta di un action-rpg che ci mette ai comandi di Jack e dei suoi alleati Jed e Ash: “infiammati dal proposito di sconfiggere Chaos, e con il ricordo della loro battaglia inciso profondamente nel cuore, sono loro i Guerrieri della Luce della profezia?” (se questa frase vi ricorda qualcosa, non avete preso un granchio: ne parliamo fra pochissimo!). Ecco frattanto il trailer di presentazione, con i sottotitoli in italiano!

A curare lo sviluppo di Stranger of Paradise sarà la squadra di Team Ninja (già famosa per Dissidia Final Fantasy NT e, ancor prima, per Dead or Alive, Ninja Gaiden e Nioh), mentre storia e scenario sono affidati a Kazushige Nojima, storico autore e sceneggiatore di casa Square (FFVII, FFVIII, FFX, FFX-2, FFXIII, FFXIII-2, FFXV, KH), oltre che scrittore del celebre romanzo “On the Way to a Smile: Final Fantasy VII“, di recente tradotto in italiano.

Ritorna anche Tetsuya Nomura, nelle vesti di concept & creative producer, oltre che di character designer, suo campo d’elezione. A quest’ultimo proposito, è facile riconoscere subito la sua impronta nel design dei tre protagonisti di Stranger of Paradise: Jack, il guerriero guidato dal giocatore, richiama in maniera impressionante Cor Leonis, personaggio di Final Fantasy XV che, secondo i progetti iniziali, avrebbe dovuto avere un ruolo ben maggiore nel quindicesimo capitolo della saga. Anche le spalle del protagonista, Jed e Ash, sembrano richiamare fisicità e carattere di Prompto e Gladio, rispettivamente, per quanto figure e vestiario siano ben più “moderne”. 

Colpiscono inoltre le atmosfere “dark” e tenebrose delle ambientazioni e l’importanza del concetto di “oscurità“, tanto care sia a Nomura che a Nojima: questi temi trovano la massima espressione nella ricerca di “Chaos“, che i tre sono chiamati a sconfiggere per far avverare la celebre profezia.

Sembra inoltre presente anche il tema del tempo e dei cicli temporali, che (forse) ha fatto capolino anche nel più recente FFVII Remake. E’ infatti innegabile il richiamo alla storia (o magari alla “pre” o “post” storia) di Final Fantasy I e ai suoi Guerrieri della Luce (o aspiranti tali), come confermato anche dall’incipit del trailer di Stranger of Paradise e dalla presentazione ufficiale del gioco, che riportano le stesse identiche parole della conclusione del primo capitolo Final Fantasy…

With the memory of their struggle buried deep in their hearts…

“Con il ricordo della loro battaglia inciso profondamente nel cuore…” inizia la storia di Stranger of Paradise e si conclude quella di Final Fantasy I, dove la frase continua: “veglieranno in silenzio sul nostro mondo”.

E che dire della presenza di Garland nel Tempio del Caos, dove i 4 Guerrieri della Luce lo scovano nelle prime fasi di FFI, e della sua brama di diventare Chaos (nome della sua forma demoniaca finale in FFI, ove ambiva a diventare un essere immortale con la creazione di un ciclo temporale)? Dove, o quando, si colloca quindi la storia di Stranger of Paradise?

“Sebbene si tratti di Final Fantasy, sembra diverso… ma non c’è dubbio che il sangue di Final Fantasy scorre nelle vene di questo titolo”, ha dichiarato Tetsuya Nomura. “Abbiamo intrapreso questa sfida e battuto un terreno impervio, con un titolo maturo e d’effetto. Abbiamo bisogno di un po’ di tempo per completarne lo sviluppo: il battle system sarà piuttosto cruento e si collegherà direttamente alla storia, quindi spero che gli darete una possibilità”.






Da oggi (con la pubblicazione della patch correttiva 1.030) è possibile scaricare su PlayStation 5 una demo gratuita temporanea di Stranger of Paradise: Final Fantasy Origins, che resterà disponibile fino alle ore 15:00 del 24 giugno 2021. Nell’attesa, ecco il link alla nostra Galleria Immagini di SoP:FFO, con tutti gli screen, renders e key art pubblicati finora da Square Enix!

Rinoa Heartilly

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento

Close Menu