Skip to main content

Capitolo 4 – Torre del cannone

Protetta da: Tempestico x 1, Tornaduu x 1

Icone attivate su mappa
Perlustrazione 2, Sorgente del Relitto
Caccia 2, Ali sagge
Ricerca Moguri

Nell’area a est della Torre, un chocobino solitario ci condurrà ad una fermata Chocobo da ripristinare, a sud-est. Qualche passo a est, le lepri hanno nascosto 5 medaglie moguri (posizione) (foto)! Seguendo il sentiero, nella curva che piega a nord, troveremo 5 ossi di belva (posizione) (foto) all’interno di un’altra tana. Seguiamo ancora il sentiero e pieghiamo a sinistra al bivio, spostandoci a sud subito dopo le due torrette con le pale eoliche: troveremo 1997 Guil (foto) nascosti dalle lepri, sul margine del costone.

⊗ Curiosità: nell’area delle Praterie le lepri hanno nascosto 1131 Guil, ed in quella di Junon 1997 Guil. Si tratta di un riferimento alla data di uscita dell’originario Final Fantasy VII, sbarcato in Giappone il 31 gennaio 1997. Da notare che le due somme, lette in sequenza, portano a 11 – 31 – 1997, con un “11” che sostituisce “01” vista l’impossibilità di indicare come cifra “0131 Guil”. 

Torniamo indietro, fino al bivio, e pieghiamo stavolta a destra: arriveremo ad una fermata Chocobo da attivare, vicinissima al villaggio dei Moguri, poco a nord, e alla Foresta dei Cacciatori, a sud. Dalla Foresta spostiamoci a sud-est per trovare ancora un tesoro sotterrato dalle lepri: un pezzo di Smeraldo.

Per tutti i tesori nascosti nell’area di Junon, vi rimandiamo alla sezione dedicata ➡️ Mappa di Junon

A sud della Torre ci attende il punto di interesse Merce naufragata, con tre forzieri da scovare. Attraversiamo il pontile e immergiamoci in acqua: poco oltre, sulla destra, noteremo una scaletta grazie alla quale potremo salire su un container. Da qui, seguiamo il percorso sino alla parete scalabile della struttura in ferro. Al primo piano ci attende uno scrigno con 2 Granate (foto) all’interno. Salendo ancora, sulla destra, arriveremo sul tetto dove, oltre ad un paio di casse Shinra da distruggere, troveremo il secondo forziere, con dentro una Spilla Salvifica (foto), accessorio che potenzia gli effetti di recupero ricevuti in battaglia quando i PV non superano il 25%. Torniamo di sotto, ai piedi del pontile in legno e saliamo sulla fila di container subito a sinistra: in fondo c’è il terzo e ultimo scrigno del tesoro, con all’interno una Granpozione nebulizzata (foto).

La caccia “Ali sagge” ci vede affrontare due Buferico, deboli al Gelo, parzialmente resistenti agli attacchi che infliggono danni proporzionali e del tutto immuni allo stato alterato Pietra. I Buferico entrano in tensione se subiscono una buona quantità di danni mentre usano la tecnica Vento Ristoratore, a cui ricorreranno, durante lo scontro, per ripristinare le proprie energie: teniamo costantemente d’occhio i nostri avversari e prepariamoci a scagliare loro contro le nostre abilità più potenti (preferibilmente di elemento Gelo) in questo momento, perché una delle condizioni della caccia sarà proprio impedire ai Buferico di volare via quando usano Vento Ristoratore. Se avremo successo, il mostro entrerà in tensione e non prenderà il volo, permettendoci di raggiungere uno degli obiettivi della sfida. Per completare al massimo la Caccia dovremo, inoltre, indurre allo Stremo almeno uno dei nostri avversari e sconfiggere entrambi entro il tempo limite che apparirà su schermo. Prestiamo inoltre attenzione alla tecnica Atterraggio, che infligge danni fisici al suo bersaglio. Al termine dello scontro il Buferico lascia cadere un Artiglio di bestia (raramente una Pelle di animale), è possibile rubare loro un Artiglio di bestia e trasformarli in Pelle di animale. 

Completando la caccia, sbloccheremo il dossier Analisi locale: Junon – Livello 1.

La Sorgente del Relitto – se, come consigliato da questa guida, è la seconda attivata nella zona di Junon – sblocca il punto di scavi “Rovine sul Promontorio“, che possiamo subito raggiungere.

Il nostro obiettivo adesso è il punto di Scavo n. 1, sbloccato analizzando la seconda Sorgente Vitale dell’area. Torniamo in sella a Belle e aguzziamo l’olfatto! Un tesoro si trova ai piedi della formazione rocciosa a ovest: becchiamo nel punto giusto e porteremo alla luce un Chip TM Migliorie Protezioni 3 (posizione) (foto), che sblocca le formule per Tutela Marittima + e Armilla Aureocorallo +, protezioni di grado III+. Annusiamo ancora e aggiriamo la formazione rocciosa verso sud: il secondo punto di scavo nasconde un Chip TM Migliorie Protezioni 4 (posizione) (foto), utile per elaborare un Elebracciale + e una Fascia Selvaggia +. Il terzo e ultimo punto di scavo si trova poco a nord e cela al suo interno un Chip TM Amuleto della Psiche (posizione) (foto), grazie al quale potremo elaborare un Amuleto della Psiche (aumenta del 5% i PM massimi e la magia, e rende immuni a mutismo) e l’ingrediente Frutto del Pianeta.

Poco a ovest della Sorgente, Belle fiuterà le tracce di 2 pezzi di Mithril grezzo sotterrati dalle solerti lepri di zona. Invece, a est della Sorgente, nei pressi del relitto di nave, troveremo il punto di interesse Nave della Repubblica. Il primo forziere, contenente un pezzo di Rubino (foto), si trova nell’estremità sinistra del relitto che tocca l’isola, mentre il secondo, con 3 Code di Fenice all’interno (foto), si trova qualche passo a est. 

Indagine 2 – L’isola delle Macerie

La seconda tappa dell’indagine locale si trova nell’isola a sud della Sorgente del Relitto. Anche in questo caso saremo catapultati nel mondo di Forte Condor e dovremo vincere la sfida contro le truppe avversarie (possiamo ritentare la sfida tutte le volte che vogliamo), posizionando strategicamente le nostre unità durante la battaglia. Dopo la vittoria, il vestigio sarà trafugato dal solito drone nemico… insieme al Comandante che lo teneva in mano! Anche stavolta, Chadley seguirà l’energia emanata dalla reliquia sbloccando la tappa successiva, più a est: Indagine 3 – La Base della Repubblica.

Proseguiamo nell’esplorazione: seguendo il sentiero che dalla Torre del Cannone piega a nord-est, il nostro pennuto fiuterà una traccia che ci condurrà ad un pezzo di Rubino sotterrato dalle lepri (posizione) (foto), ai piedi della montagna subito oltre la Torre. Dopo breve, arriveremo ad un bivio: proseguiamo dritti, verso nord est, sfruttiamo le abilità di scalata di Belle e attraversiamo lo specchio d’acqua. Giungeremo nei pressi di un un nuovo punto di interesse, lo Scoglio dei Pescatori! Il primo forziere si trova, in bella vista, ai piedi della parete rocciosa a sinistra e contiene 3 Semi nebulosi (foto). Assicuriamoci di distruggere le casse Shinra per recuperare gli utili oggetti consumabili celati al loro interno e circumnavighiamo lo scoglio: troveremo facilmente il secondo scrigno, con all’interno 2 bulbi Eterei (foto).

Scaliamo la parete accento alla cascata e poi quella ancora successiva, quindi spostiamoci tutto a sinistra (ignoriamo al momento l’ulteriore parete di fronte) fino a trovare un’altra parete scalabile. Seguiamo il sentiero e un chocobino solitario ci condurrà ad una fermata Chocobo da attivare. Torniamo a est, superiamo la parete scalabile da cui siamo arrivati e proseguiamo arrampicandoci lungo la parete, ancora a est. Dopo una lunga scalata ed una seconda parete da superare in verticale arriveremo al punto di interesse Campo Base della Brigata. Un forziere, contenente una ampolla di Grand’Etere (foto), si trova alle spalle della prima tenda di colore rosso. Il secondo e ultimo scrigno, con 3 fialette di Caffeina (foto), ci attende invece poco oltre, in mezzo a casse e barili. Usciamo dalla grotta non tornando sui nostri passi ma sfruttando l’altro passaggio: seguiamo il sentiero, scaliamo la parete e attraversiamo il ponticello sospeso di legno. Poco oltre, sulla sinistra, Belle troverà un Bulbo etereo (posizione) (foto) sepolto dalle lepri. 

Torre del monte

Protetta da: Tempestico x 2

Icone attivate su mappa
Perlustrazione 3, Sorgente Montana
Caccia 3, Paura valorosa
Ricerca Esper 2, Secondo altare della Fenice

Villaggio dei Moguri

A ovest della Torre una breve parete scalabile dal nostro fido Chocobo montano ci porterà al Villaggio Moguri della zona e attiverà la missione Ricerca Moguri – Pescatore. Esaminiamo la casa dei moguri ed entriamo all’interno. Mog ha perso ancora una volta di vista i suoi mogurini dispettosi e toccherà a noi catturarli. Come nelle Praterie, dovremo spingere i cinque birbantelli verso la casa di Mog al centro dell’area, ma questa volta i mogurini saranno molto più agguerriti! Prepariamoci a schivare bucce di banane, bombe esplosive e raffiche d’aria, e muoviamoci in maniera tale da indurre i piccoli a scappare da noi verso la casa al centro dell’area. Se vogliamo, aiutiamoci con i piccoli vortici, spingendo i mogurini al loro interno: ne verranno storditi e noi potremo usare L2 (da tenere premuto) per acciuffarli e trasportarli dentro la casa di Mog. Anche stavolta, ogni qualvolta saremo colpiti da uno scherzo dei mogurini, vedremo spuntare un pompon sopra la nostra testa, ed al terzo perderemo la sfida.

Con il nostro successo, l’Emporio di Mog raggiungerà il secondo livello di assortimento e guadagneremo 5 ESP di Squadra e 10 dati locali. Oltre agli oggetti già visti nelle Praterie (Etere, Rubino, Smeraldo, Orecchino Vitale), adesso potremo acquistare un Orecchino Accurato e, soprattutto, i manuali di combattimento I misteri del Pianeta – vol. 2 e La strada del Guerriero – vol. 1, che aumentano i PE di Aerith e di Red XIII rispettivamente!

Parlando con il piccolo moguri a destra potremo riprovare la sfida tutte le volte che desideriamo, selezionando anche il livello di birbanteria: otterremo una medaglia moguri in ricompensa ogni volta che avremo successo.

Torniamo alla Torre e scaliamo la parete in fondo al sentiero a nord. Dopo due livelli, smontiamo dal Chocobo e arrampichiamoci sugli appigli gialli a sinistra. La Sorgente Montana – se è la terza attivata nella zona di Junon – sblocca il dossier locale “Junon, la città-fortezza“.

Scaliamo la parete a ovest della Sorgente grazie all’aiuto di Belle e avanziamo lungo l’unica via disponibile. Scendiamo lungo le due pareti scalabili e arriveremo alla terza caccia dell’area, “Paura valorosa“. Dovremo affrontare ben 4 Caluraptor, che sono deboli all’elemento Gelo e che possiamo mandare in tensione colpendo con attacchi che sfruttano proprio questo elemento. Una volta indotti in tensione, i Caluraptor perdono anche momentaneamente l’uso di alcune tecniche, rendendo più agevole il nostro compito. Normalmente, invece, i nostri avversari possono ricorrere a Ciclone ustionante e Urlo ustionante, che infliggono danni fisici e di elemento fuoco, ed anche a Onda rovente, che assegna invece ai bersagli dei danni magici di elemento fuoco. Il nostro compito sarà indurre almeno un Caluraptor in tensione, portarli in Stremo e, soprattutto, sconfiggerli tutti entro il tempo limite indicato su schermo. Al termine dell’incontro, questa tipologia di mostro lascia cadere un Osso di belva (raramente un Artiglio di bestia), è possibile sottrarre loro un Osso di belva e trasformarli, con Metamorfosi, in un Artiglio di bestia.

Completando la caccia, sbloccheremo il dossier Analisi di caccia: Junon – Tornado Marini.

Seguiamo il sentiero che corre a est della Torre: superata la cisterna rossa adagiata sul terreno, troveremo, a nord-est, un pezzo di Rubino sotterrato dalle lepri (posizione) (foto), sulla piccola altura erbosa con tre alberi. Nelle vicinanze ci imbatteremo inoltre nelle pietre guida di Fenice, e un piccolo chocobino solitario ci porterà alla fermata Chocobo poco distante. La scia luminosa delle Pietre di Fenice, invece, ci indirizza verso la vicina parete scalabile con il supporti di Belle. Al piano superiore troveremo due Tempestico ed un’altra pietra guida, che ci indurrà a salire ancora. In fondo al sentiero si erge il secondo altare della Fenice, che possiamo sincronizzare utilizzando a tempo la combinazione di tasti XX, sbloccando così un nuovo “indebolimento” applicabile nella sfida virtuale di Chadley.

Torre del capo

Protetta da: Tornaduu x 2

Icone attivate su mappa
Perlustrazione 4, Sorgente del Faro
Caccia 4, Volo in picchiata
Ricerca Esper 3, Terzo altare della Fenice

Nella zona è inoltre presente il punto di Indagine 3, se abbiamo sbloccato le precedenti due tappe della missione.

Raggiungiamo l’area a ovest della torre, al livello inferiore. Nel prato, Belle fiuterà un Bulbo etereo (foto) nascosto dalle lepri! Poi, a partire dalla Torre, perlustriamo l’area a sud, seguendo l’unico sentiero sterrato presente. Superiamo il Tempestico accompagnato dalla coppia di Alafionda e scendiamo al livello inferiore sfruttando le varie rampe di scale in pietra che incontreremo. Alla fine del percorso tracciato dalle scalinate, proprio a strapiombo sul mare, potremo dissotterrare un pezzo di Smeraldo (posizione) (foto) nascosto dalle solerti lepri di zona. Svoltando a destra, pochi passi più avanti, troveremo una parete scalabile da Belle che ci condurrà al punto di interesse Angolo dei tesori perduti! I due forzieri da recuperare si trovano in mezzo ai cimeli sparsi nella zona: il primo scrigno, poco avanti, contiene 2 Granpozioni (foto) mentre il secondo, più a sinistra, contiene 780 Guil (foto). 

La parete scalabile poco prima della Sorgente Vitale ci permette di raggiungere il livello superiore dell’area e una utile fermata Chocobo da ripristinare, circondata da palloncini colorati. Se saliamo ancora di un livello grazie alla parete per Chocobo arriveremo al Faro sul Promontorio, anch’esso apparentemente addobbato a festa. Distruggiamo le sparute casse Shinra al piano inferiore e saliamo su per trovare un punto di ristoro al gran completo, con tanto di panchina, Distributore automatico (in offerta ci sono 2 Megapozioni a 200 Guil ciascuna) ed il Distributore Maghnata. All’interno della struttura, oltre a diversi materiali per la Trasmutazione, troveremo tracce dell’allestimento di un banchetto, che sembra proprio opera di Kylie… faremo ritorno in questo luogo più avanti, portando a termine una missione secondaria.

Torniamo alla fermata Chocobo, attraversiamo il lungo ponte sospeso e da qui avanziamo alla volta della terza tappa della nostra indagine locale.

Indagine 3 – La porta della Repubblica

Il vestigio è nelle mani del Comandante, che proverà – senza grande successo – a vestire i panni della principessa in pericolo… nonostante il nostro valoroso salvataggio, però, l’ufficiale non vorrà proprio saperne di consegnarci il vestigio e, rivelate fattezze di demone, si allontanerà in volo con la preziosa reliquia. Nessuna sorpresa che i soldati semplici abbiano scelto di seguirlo, rappresentando il Comandante per loro un simbolo di speranza e libertà. La ricerca continua! Frattanto, però, conquisteremo il Trofeo “Ricercatore Esplorativo” e sbloccheremo la quarta tappa dell’indagine, Accampamento in montagna

Prendiamo il sentiero in pietra oltre l’accampamento e scendiamo lungo le scalinate. Al piano di sotto, alle spalle della rampa di scale, Belle fiuterà un pezzo di Mithril grezzo nascosto dalle lepri (foto), oppure, se non lo abbiamo ancora trovato in precedenza, il tesoro collezionabile Annientatore in miniatura. Scendiamo ancora e avanziamo lungo il sentiero: imboccando la via di sinistra, arriveremo alla nuova area di caccia.

I nostri avversari sono 3 Alafreccia, evoluzione dei già noti Alafionda, che dovremo sconfiggere entro il tempo limite e indurre in Tensione e in Stremo, se vogliamo completare tutte le condizioni della caccia “Volo in picchiata“. Alafreccia è debole all’elemento Vento e resistente a tutti gli altri elementi (oltre che, in generale, ai danni magici, agli attacchi a distanza e agli attacchi ravvicinati “semplici”), quindi prepariamoci a fare abbondante ricorso a tutte le mostre di elemento Vento a nostra disposizione. Infliggendo danni basati su questo elemento riusciremo facilmente ad indurre il nostro bersaglio prima in Tensione e poi in Stremo, soddisfacendo così due obiettivi della caccia (il terzo consiste nello sconfiggere l’intero trio entro il tempo limite). Prestiamo attenzione agli attacchi Aria compressa e Tornado persecutore, che infliggono danni magici di elemento Vento. Una volta sconfitti, gli Alafreccia lasceranno cadere una Pelle di animale (raramente un Seme nebuloso), potremo rubare loro una Pelle di animale e trasformarli in Seme nebuloso con Metamorfosi.

Alla nostra vittoria, sbloccheremo il dossier Analisi di Caccia: Junon – Minacce volanti.

Prima dell’imbocco del sentiero che porta alla Caccia, un chocobino solitario ci condurrà all’ennesima fermata Chocobo da ripristinare, poco più a nord. Ancora oltre, delle Pietre guida ci indicheranno che siamo vicini ad un nuovo altare della Fenice, che potremo risolvere con la combinazione di tasti XX. Abbiamo sbloccato tutti gli “indebolimenti” disponibili per la sfida virtuale contro la Fenice! Non ci resta altro da fare che affrontare e sconfiggere Fenice al simulatore di Chadley per ottenere in ricompensa la sua materia di invocazione.

Operazione segreta – Cervelli in pericolo

Raggiungiamo l’area di interesse e teniamo premuto il tasto Triangolo per dare il via allo scontro, ma prima di farlo assicuriamoci di recuperare le forze e prepariamo a dovere il nostro equipaggiamento, tenendo a mente che, una volta ingaggiata battaglia, non potremo fuggire o ritirarci dallo scontro.

Il nostro avversario è il temibile Noetikos, che è privo di debolezze elementali e che può vantare nel proprio arsenale un ampio ventaglio di attacchi, in grado di infliggere ai nostri personaggi danni sia magici che fisici. Sarà essenziale mantenersi costantemente in movimento e prepararsi a ricorrere al tasto per schivare rapidamente i colpi nemici, tenendo presente che alcuni di essi non potranno essere parati. Noetikos può scagliare Psicosaette (arreca danni magici di elemento Tuono), Sfera del Terrore (infligge danni magici), Raggio Sconcertante (applica danni magici e non è parabile), Tentacolo Prensile (danni fisici, non è parabile), Telecinesi (infligge danni fisici) e Scarica Mentale (infligge danni magici e non è parabile). Il nostro nemico entrerà immediatamente in Tensione soltanto se colpito con una Abilità Sinergica, per cui dovremo puntare a caricare la corrispondente barra. Nel selezionare i nostri attacchi, teniamo presente, come detto, che Noetikos non presenta alcuna debolezza elementale ed è parzialmente resistente ai danni magici (meglio, dunque, ricorrere ai danni fisici), oltre che a numerosi stati alterati, tra cui lentezza, stop, veleno, sonno, metamorfosi, berserk, deagis (riduce le difese fisiche), desphaera (riduce le difese magiche), deaudacia (riduce la forza) e defeda (riduce la magia). In più, è del tutto immune agli attacchi che infliggono danni proporzionali ai PV, al mutismo e all’abilità Metamorfosi. In ricompensa per la nostra vittoria otterremo una Corona di Noetikos.

Indagine 4 – Accampamento in montagna

Trasportiamoci al punto di interesse “Campo base della Brigata” o, in mancanza alla fermata Chocobo a ovest dell’icona dell’Indagine. Da qui, salendo ai livelli superiori grazie alle pareti scalabili da Belle e infine attraversando un piccolo ponte sospeso, arriveremo facilmente all’accampamento con il gioco da tavolo Forte Condor in bella vista. Siamo nel territorio del Comandante, che non esiterà ad attaccarci, supportato dai suoi fedeli soldati. Ormai sappiamo già cosa fare: concentriamoci e schieriamo strategicamente in campo le nostre unità di attacco, difesa e artiglieria, verso la vittoria!

Ultimata con successo la sfida a tempo, riusciremo finalmente a conquistare il vestigio e Chadley otterrà dati a sufficienza per elaborare una sua personale versione di Forte Condor, persino più complessa di quella testata finora, con la “modalità missione“. Noi completeremo la missione “Indagine 4 – il demone giunto da lontano” e, se si tratta dell’ultimo contenuto secondario della zona, completeremo anche l’intero dossier locale di Junon. Conquisteremo inoltre il Trofeo “Comandante Condor” e saremo nuovamente trasportati nel mondo orientaleggiante del “Comandante” che, dopo qualche frase ad effetto, batterà ben presto in “ritirata strategica”. Ciao Gilgamesh!

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento