In Final Fantasy XV tornano le celebri “invocazioni” della saga, questa volta sotto il nome di Astrals. La demo Episode Duscae e i vari trailer promozionali rilasciati negli scorsi mesi ci hanno permesso di conoscere Ramuh, Titan e Leviathan, ma non poteva mancare la storica summon di elemento ghiaccio, la bellissima Shiva. In questo capitolo, gli Astrals sono elementi fondamentali della lore di gioco: hanno svolto un ruolo primario nella creazione del mondo di Eos così come lo conosciamo e pare che saranno di altrettanta importanza nel viaggio di Noctis. Il più delle volte dovremo dimostrare loro di esserne “degni” prima di ricevere il loro aiuto in battaglia, ma alcuni Astrals prevedono anche delle condizioni particolari per essere invocati. Ad esempio, potremo richiedere il supporto di Leviathan solo in presenza di distese d’acqua, mentre pare che il gigantesco Ramuh non ami essere confinato in spazi ristretti.

E per quanto riguarda Shiva? Pare che l’invocazione di ghiaccio sarà piuttosto intraprendente, e potrà decidere autonomamente di apparire in battaglia per darci supporto, anche se non l’abbiamo invocata. Non è ancora chiaro se la sua comparsa sarà esclusivamente casuale, ossia non controllabile affatto dal giocatore, oppure se potrà essere invocata normalmente ed apparire anche casualmente.



Inoltre, a dispetto di quanto sembrerebbe dagli ultimi footage pubblicati da Square, Shiva è un’unica creatura. La summon però è in grado di creare una moltitudine di “copie illusorie” di sé stessa quando scatena il suo celebre attacco “Diamond Dust”, “Polvere di Diamanti“.


Rinoa Heartilly

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento