Skip to main content

Clive Rosfield

Primogenito dell’arciduca di Rosaria. Nonostante vi fossero grandi aspettative riguardo a un suo possibile risveglio come Araldo della Fenice, pare che il destino abbia scelto di affidare questo pesante fardello a Joshua, suo fratello minore. In cerca di uno scopo, Clive decide di dedicarsi all’arte della spada. L’addestramento porta i suoi frutti quando, ad appena quindici anni, Clive vince il torneo ducale e viene nominato Primo Scudo di Rosaria. Ha dunque il compito di proteggere la Fenice e la possibilità di brandirne in parte le fiamme. Sfortunatamente, però, la sua promettente carriera incontra una tragica fine per mano di Ifrit, un misterioso Eikon oscuro, e ciò lo spinge ad imboccare l’insidiosa strada della vendetta.

 

Joshua Rosfield

Secondogenito dell’arciduca di Rosaria e fratello minore di Clive. Poco dopo la nascita, Joshua si è risvegliato come Araldo della Fenice. Nonostante l’educazione aristocratica, Joshua tratta i sudditi del padre con fare gentile e affettuoso. Nutre una profonda ammirazione anche per Clive e si rammarica spesso per essere stato proprio lui, il fratello più esile e studioso, a ereditare le fiamme della Fenice al posto del fratello maggiore, più forte e impavido. Mentre Clive tende a gettarsi a capofitto nelle situazioni più pericolose, Joshua è capace di abbattersi alla vista di una carota nel piatto. Presto, però, i suoi problemi diventeranno ben più gravi, quando rimarrà coinvolto nei tragici eventi che cambieranno per sempre la vita di Clive.

 

Jill Warrick

Proveniente dai decaduti Territori del Nord, Jill fu strappata alla sua terra natale in tenera età e posta sotto la tutela di Rosaria, assicurando così la pace tra le due nazioni in guerra. Grazie all’arciduca, deciso a crescerla insieme ai suoi figli, ora Jill, a dodici anni, fa parte della casata Rosfield tanto quanto Clive e Joshua. Umile, gentile e dall’animo generoso, Jill è presto diventata la più fidata confidente dei due fratelli.

 

Hugo Kupka

L’ascesa fulminea del consigliere economico permanente Hugo Kupka è stata improvvisa e inaspettata. Un tempo soldato semplice qualsiasi dell’esercito repubblicano, il suo risveglio come Dominante dell’Eikon Titano l’ha proiettato alla ribalta della politica dhalmekiana, dove ha sfruttato la sua nuova posizione come uomo più potente della Repubblica per influenzare l’esercito della nazione e le decisioni politiche, ammassando così una considerevole fortuna personale. Tuttavia, sebbene si dica che chi possiede tutto non voglia nulla, Benedikta Harman gli insegnerà che i soldi e il potere non sono le uniche cose che il mondo ha da offrire.

 

Benedikta Harman

Emersa da una giovinezza tempestosa come una persona spietata e senza cuore, Benedikta Harman, Dominante dell’Eikon Garuda, guardiana del Vento, ha sfruttato il proprio talento nell’arte della spada e nel sotterfugio per divenire comandante dei servizi segreti d’élite di Waloed. È proprio durante una missione alla ricerca del secondo Eikon del Fuoco che incontrerà un Clive dalla mentalità simile alla sua e sarà costretta ad affrontare il proprio passato.

 

Dion Lesage

Principe del Sacro Impero di Sanbreque e capo dell’ordine più nobile e temuto dei cavalieri: i dragoni. Dion è amato e rispettato dal popolo e dalle truppe, anche per le numerose volte in cui ha cambiato le sorti della battaglia in loro favore. Canzoni sull’eroismo del principe guerriero e sul suo Eikon, Bahamut, il Re dei Draghi, sono sempre sulle labbra e sui liuti dei bardi di Sanbreque. Ma nell’Impero non va tutto bene, e le ombre che si stanno addensando potrebbero arrivare a soffocare persino la luce di Bahamut…

 

Barnabas Thalmr

Arrivato sulle coste di Cineria come viandante privo di terre e di titoli, Barnabas ha ottenuto il regno grazie alla sua abilità con la spada. Quando gli uomini bestia locali si rivoltarono contro il suo governo, Barnabas invocò il potere del proprio Eikon, Odino, per sedare la loro ribellione praticamente da solo, portando tutto il continente orientale sotto lo stendardo waloediano. Ora ha un esercito e una flotta che rivaleggiano con quelle di tutti i regni di Valisthea, ma è sempre il re a scendere in campo dove gli scontri sono più accesi, in sella al suo destriero spettrale e intento a falciare i nemici con la sua leggendaria lama nera o a osservare il caos della battaglia con un macabro barlume di fascino negli occhi.

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Un commento

  • GM ha detto:

    La saga di Final Fantasy mi ha sempre fornito caterve di personaggi biondi ultra edgy con cui identificarmi… la mancanza di un protagonista biondo da due iterazioni a questa parte mi destabilizza :°D

Lascia un commento