Alle pagine di Siliconera, Hajime Tabata (director di Final Fantasy XV) parla di Episode Duscae, del motivo per cui ha tolto la macchina e del nuovo sistema di coperture!

Q: Come si collega l’Episode Duscae con il gioco completo?
Tabata: C’è una parte nel gioco completo in cui si perderà la macchina. La demo è stata creata intorno a quella sequenza, ma la storia principale è “mascherata” dentro la demo, quindi non sarà possibile capirla. Ma quando si giocherà il gioco completo e si raggiungerà quel punto, probabilmente capirete che era quella la scena della demo.

Q: Degno di curiosità l’aver tolto le sezione di guida dalla demo. È una delle features che mostrava come Final Fantasy XV si fosse evoluto rispetto agli altri titoli numerati.
Tabata: Dopo il TGS abbiamo rilasciato un sacco di informazioni ed abbiamo ricevuto molti feedback dai fan. Abbiamo tenuto un dibattito, noi dello staff, su quale fosse il miglior modo per presentare la nuova generazione di Final Fantasy, in modo che i fan potessero averne un assaggio tramite la demo. Originariamente, quello che avevamo immaginato per la demo era il guidare attraverso un mondo molto vasto, scendere ogni tanto dalla vettura ed esplorare le vicinanze. Ma nel mostrare la nuova generazione di Final Fantasy, abbiamo trovato importante trasmettere il comportamento dei protagonisti e le battaglie, facendo capire che si tratta del primo gioco della serie orientato all’action. Più che delle sequenze di guida, abbiamo deciso che sarebbe stato meglio esplorare il mondo a piedi, combattere e rimanere connessi con il mondo e con ciò che sta attorno.
Inizialmente, quando pensavamo di impostare la demo sulla guida, il gameplay avrebbe impegnato il giocatore per circa un’ora. In seguito abbiamo alterato la struttura della demo, così sarà possibile camminare liberamente nel campo e combattere i mostri. Si può davvero esplorare quello che si vuole, e se si gioca normalmente ciò garantirà almeno due ore di contenuti. Penso abbiate visto il video dove si cammina attraverso la world map. La demo reale sarà molte volte più grande. Durante questo media tour che si è tenuto a New York ho potuto camminare per la città. È stato lì che sono riuscito a percepire la gente e la cultura. La stessa cosa sarà per i giocatori della demo, camminando nel mondo di gioco.
Il più grande aspetto che non è stato incluso nella demo è la magia. La scelta tra camminare o guidare nella demo è stata presa dal team avendo riguardo alle sensazioni che si è voluto comunicare ai giocatori. Per la magia, invece, è stata una scelta di sviluppo. Nel combat system del gioco completo la magia svolge un ruolo importante, ma la grafica non è ancora rifinita al massimo. C’è anche un Summon System (Sistema di Invocazioni) che non è stato ancora rifinito. Abbiamo quindi preso la decisione di concentrarci sul summon system per farlo arrivare nella demo in tempo.

Q: Vedremo altri personaggi femminili nella demo come Cidney o ci saranno solo i ragazzi?
Tabata: La demo non avrà personaggi femminili legati alla storia, ma ci sarà appunto Cidney che aiuterà i nostri avventurieri nella demo.

Q: Com’è il combat system orientato all’action di FFXV rispetto agli altri action battle system da te realizzati, come Type-0 e The 3rd Birthday?
Tabata: Come già sapete, Type-0 e The 3rd Birthday nascono su PSP. Lavorare su PS4 e Xbox One significa avere a disposizione una potenza molto più grande, sia sul piano tecnico che sul piano della memoria. L’intero game design e la struttura di gioco sono quindi differenti. Per esempio, basti pensare alla grandezza della mappa e a ciò che si può utilizzare in battaglia. Questo rende l’approccio all’action differente, così come differente ne è lo sviluppo. Nei titoli per PSP erano presenti molti caricamenti, e ogni volta dovevamo capire che cosa il giocatore avrebbe fatto subito dopo. Con FFXV, invece, da questo punto di vista il gioco non avrà tempi di caricamento. Si potrà camminare liberamente, quindi l’approccio al combattimento è diverso.
In The 3rd Birthday c’è una funzione Overdrive, dove si può cambiare la propria posizione velocemente con quella di un altro personaggio. Ho rinnovato quell’idea per FFXV. FFXV offre infatti quel sistema, che si potrà e dovrà utilizzare in maniera strategica.
C’è anche un sistema di copertura (cover) che permetterà di evitare gli attacchi per recuperare le forze. E’ molto simile al sistema di difesa. Non posso entrare nei dettagli per adesso, ma il sistema di cover è ripreso dalle meccaniche degli FPS e dei TPS. Per intenderci, non permetterà di ripararsi da una pioggia di proiettili, ma si potranno sfruttare dei “ripari naturali” presenti nell’ambiente per tirare il fiato e recuperare gli HP, prima di ritornare in battaglia. Ci sono anche alcune armi relativi a questo aspetto che mostreremo più in là.

Q: Oltre ad Episode Duscae, ci sarà anche un’altra demo aperta a tutti. Puoi dirci di più su questa demo?
Tabata: Sfortunatamente, siamo ancora nella fase di pianificazione per la successiva tech demo. Visto che stiamo lavorando tutti insieme, non posso condividere nessun dettaglio con voi oggi. Per quanto riguarda Duscae, volevamo che fosse in bundle con Type-0, così che tutti potessero farsi un idea di come sarà l’ultimo Final Fantasy in arrivo. In più, come sapete FFXV è in atteso da molto tempo (sin dai tempi del Versus) e quindi volevamo mostrare il prima possibile il nuovo volto della serie Final Fantasy.
Ovviamente sappiamo che ci sono molti giocatori interessati alla demo di FFXV ma che, per vari motivi, non possono acquistare Type-0 al Day One. Vogliamo aiutare quelle persone e far sì che possano toccare anche loro il mondo di FFXV. Magari non metteremo a disposizione una particolare sequenza di gioco, ma potrebbe esserci una mappa apposita da esplorare per toccare con mano differenti aspetti del gioco. È un’idea che ci è venuta in mente perché vogliamo che più gente possibile possa avere un assaggio di Final Fantasy XV.

Ricordiamo che Final Fantasy Type-0 uscirà il 20 Marzo 2015 con una Limited e due Steelbook, e che solo le edizioni vendute al Day-One avranno il voucher per riscattare la demo di Final Fantasy XV.

Brian Farey

Brian Farey

Sono Stefano, e la mia carriera videoludica inizia dal NES proseguendo con la Playstation. La conoscenza (e l'amore) con Final Fantasy scatta col settimo capitolo: da lì in poi inizio a ricercare e a studiare ogni singolo aspetto, passato e presente, della serie sulla fantasia finale. Ed è ciò che mi ha portato a scrivere per il più grande fansite italiano sulla saga. Apprezzo anche vari altri titoli videoludici (Yakuza e Metal Gear su tutti), vari anime, manga e musica in generale.

Lascia un commento