Skip to main content

Valisthea, una terra benedetta dalla luce dei Cristalli Madre

La terra di Valisthea è costellata di Cristalli Madre. Imponenti e luccicanti catene rocciose di cristallo sovrastano i regni circostanti inondandoli di etere. Per generazioni, i popoli di questa terra si sono radunati intorno a queste sorgenti di luce per sfruttarne l’etere e lanciare potenti incantesimi capaci di garantir loro una vita di agi e abbondanza. Grandi potenze sono sorte intorno ai Cristalli Madre, legate l’una all’altra da fragili rapporti di pace, ora minacciati dalla diffusione della Piaga e dalla sua potenza distruttrice.

 

Gli Eikon e i loro Araldi

Gli Eikon sono le creature più potenti e letali di tutta Valisthea. Ciascuno di essi è racchiuso in un Araldo, un uomo o una donna in grado di evocarne il terribile potere. Presso alcune nazioni, questi Araldi, apprezzati per la loro forza, godono di tutti gli onori riservati alla nobiltà. In altre, invece, vengono discriminati e sfruttati come armi viventi sui campi di battaglia. Coloro che nascono Araldi non possono sfuggire al proprio destino, per quanto crudele possa essere.

 

Il Gran Ducato di Rosaria

Molto tempo fa, alcune piccole province indipendenti della Valisthea occidentale decisero di unire le forze, dando così vita al Gran Ducato di Rosaria. Dopo anni di relativa prosperità, il ducato si trova ora ad affrontare la minaccia della Piaga che, libera di diffondersi, potrebbe portare il regno alla rovina. Rosaria estrae il proprio etere dal Soffio del Drago, un Cristallo Madre situato su un’isola vulcanica. L’Araldo della Fenice, Eikon del Fuoco, viene incoronato arciduca al sopraggiungere della maggiore età.

Il Sacro Impero di Sanbreque

Sanbreque è la più imponente forza teocratica dell’intera Valisthea. Oriflamme, la capitale dell’impero, è stata edificata intorno alla Testa del Drago, il Cristallo Madre che infonde le province circostanti di un copioso flusso di etere. Il popolo ne trae volentieri beneficio, vivendo così negli agi e in sicurezza sotto lo sguardo vigile del Sacro Imperatore, che venera come incarnazione dell’unica vera divinità. L’Araldo di ??? [nome non ancora svelato] presta servizio come campione, calcando i campi di battaglia per respingere i suoi nemici.

Il Regno di Waloed

Waloed rivendica come suo dominio l’intera Cinéria, la metà orientale di Valisthea. In passato, il controllo che il regno esercita sul continente è stato messo a dura prova dagli orchi e dagli uomini-bestia che dimorano in queste terre, ma l’attuale sovrano, l’Araldo di ??? [nome non ancora svelato], è riuscito a sedare le rivolte. Grazie al potere del suo Cristallo Madre, il Dorso del Drago, questo nuovo re ha formato un potente esercito, con il quale intende fare pressione sui regni confinanti.

La Repubblica Dhalmekiana

La Repubblica Dhalmekiana è composta da cinque stati, dai quali provengono i membri del governo centrale. La Zanna del Drago, il suo Cristallo Madre, è seminascosta nel cuore di una catena montuosa. La repubblica ne detiene il controllo e il flusso d’etere, assicurandosi così l’obbedienza della Valisthea meridionale. L’Araldo di Titano, Eikon della Terra, agisce come consigliere speciale del parlamento ed è dotato di un forte potere decisionale.

Il Regno di Ferro

Un piccolo arcipelago al largo della costa di Ciclonia, la metà occidentale dei regni gemelli di Valisthea. Qui, gli Ortodossi del Cristallo, seguaci di una fede estremista che venera i cristalli, regnano incontrastati. Il Regno di Ferro esercita il proprio controllo sul Soffio del Drago, il Cristallo Madre situato in una delle loro isole a lungo conteso con la vicina Rosaria. Isolati e indifferenti nei confronti dei regni sulla terraferma, i Sangueferreo parlano una lingua propria. Per la dottrina ortodossa, gli Araldi non sono altro che sacrileghi abomini da eliminare.

Il Dominio Cristallino

Il Dominio Cristallino è situato nel cuore di Valisthea e si estende intorno alla Coda del Drago, il più alto dei Cristalli Madre. Per la sua importanza strategica, questo fazzoletto di terra è stato a lungo teatro delle più feroci battaglie, terminate solo in seguito a un armistizio tra i regni rivali. Come parte del trattato di pace, le isole che circondano la Coda del Drago sono diventate un dominio indipendente guidato da un consiglio di rappresentanti delle nazioni vicine, che beneficiano in egual misura del Cristallo Madre. In questo regno non risiede alcun Araldo.

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento