Open Bionics, pluripremiata start-up della robotica, Eidos Montréal, famosissima software house che ha dato vita a Deus Ex, Razer, leader mondiale per hardware e software nel mondo videoludico, annunciano oggi che lavoreranno insieme per dare vita al potenziamento fisico ispirato a Deus Ex. Le tre compagnie collaboreranno per fare da ponte tra la finzione e la realtà, lavorando insieme per progettare, stampare in 3D, scannerizzare, potenziare e creare mani bioniche alla portata economica di tutti. Questa iniziativa di “Potenziamenti Futuristici” combinerà le competenze di ogni compagnia con l’obiettivo di rendere le eleganti protesi robotiche accessibili ad un sempre maggiore numero di persone.



Deus Ex mette in scena un futuro non molto lontano in cui gli esseri umani dispongono di protesi che forniscono loro delle capacità straordinarie. Sebbene sia un mondo fantastico, l’universo di Deus Ex mette sotto i riflettori le discussioni sul transumanesimo e sui potenziamenti bionici. Il team di artisti della Eidos-Montréal sta lavorando su un design ispirato a questo universo e ai personaggi che lo abitano. Adam Jensen, il protagonista della serie, è stato una particolare fonte di ispirazione per creare il design delle protesi Titan Arm e Adam Arm. Queste ed altre protesi saranno presto disponibili per tutti, bambini ed adulti di tutte le età, con modelli sia maschili che femminili. Eidos-Montréal e Open Bionics stanno rendendo gratuitamente disponibili le royalty di questi progetti, garantendo a tutti la possibilità di usufruirne liberamente.



Lavorare con Deus Ex per re-immaginare il futuro delle protesi bioniche è stato un fantastico processo creativo. E ci siamo riusciti ancora meglio osservando le persone indossare protesi bioniche e trarne tanto beneficio. Questa collaborazione ci dimostra quanto brillante sia il futuro della tecnologia bionica. Ci sentiamo fortunati per aver potuto lavorare con il team design di Deus Ex. Sono stati incredibilmente generosi nel concederci il loro tempo e le loro idee per questo progetto. Siamo elettrizzati a pensare che questa collaborazione continuerà a crescereJoel Gibbard, CEO Open Bionics
.

Gli arti bionici saranno disponibili e visionabili in molteplici eventi a partire dal 2017, inclusi E3 e Gamescom

Rinoa Heartilly

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento