Come già sappiamo, il tanto chiacchierato Final Fantasy Versus XIII è stato di recente annunciato al mondo come Final Fantasy XV, quindicesimo capitolo principale della saga Final Fantasy. In realtà, come ci hanno svelato le interviste dell’E3, il cambio del nome era avvenuto già 2 anni fa, a causa della crescente attenzione catalizzata dal personaggio di Lightning, protagonista non solo di FFXIII ma addirittura di una intera “saga” (FFXIII-2, Lightning Returns: FFXIII). In tale contesto il principe Noctis non avrebbe trovato adeguato spazio, mentre invece – stando alle parole di Nomura – la storia del Versus, ora FFXV, è così epica e ricca di contenuti da non escludere addirittura ulteriori titoli su di essa incentrati (qualcuno ha detto sequel?). Anche il passaggio sulla nuova console PlayStation 4 e l’abbandono della precedente generazione Sony sono stati decisi diverso tempo fa, a causa delle prestazioni non soddisfacenti offerte dalla precedente macchina, soprattutto quando il gioco richiedeva una elevata potenza di calcolo. Ad esempio, ci dice Nomura, quando si guida un veicolo sulla worldmap ad alta velocità, la PlayStation 3 non riusciva a dare i risultati voluti.

 

Final Fantasy XV

Nonostante questi radicali cambiamenti, però, il cuore del progetto non è mai cambiato, e la storia è rimasta fedele a sé stessa sin dal primo annuncio del Versus (ormai 7 anni fa). Le avventure di Noctis e compagni sono centrate sulla ricerca dell’ultimo Cristallo, custodito dal Regno della Luce (Lucis, di cui Noctis è Principe), ma poi sottratto con l’inganno da Niflheim, nonostante l’accordo di pace stretto tra i due paesi. Adesso il mondo è imperversato dalla guerra, e recuperare il Cristallo e la sua protezione è diventato essenziale. Le quattro grandi nazioni che originariamente ricevevano protezione dai Cristalli erano Lucis (dall’aspetto simile a quello di una moderna Tokyo), Tenebrae (che dà le origini a Stella), Solheim e Accordo (ispirato alla città di Venezia). Questi regni, insieme a Niflheim e a svariate città e villaggi costituiscono il vasto mondo di FFXV.
Faranno ritorno anche le Summon che, come nei canonici Final Fantasy, dovranno essere sconfitte prima di poter essere utilizzate in battaglia. A quanto pare, esiste una sorta di classificazione o rango tra le invocazioni e Leviathan (nell’immagine) sarà una delle più forti, come dimostrato anche dalla sua enorme stazza.

 

Rinoa Heartilly

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento