Se avete seguito la nostra pagina Facebook saprete che nella giornata di ieri degli intraprendenti giocatori della versione giapponese di Final Fantasy X|X-2 HD Remaster sono riusciti a scovare all’interno del disco tutti i dialoghi inglesi del gioco e ad applicarli al gioco stesso. Il risultato? Un titolo interamente subbato in inglese, dai dialoghi alle voci del menu, ma con l’originale doppiaggio giapponese. Oggi è apparso in rete un video ritraente un nuovo pezzo del famoso audio-drama, contenuto del tutto inedito di questo Remaster che lascerebbe intravedere la possibilità di un Final Fantasy X-3. Un piccolissimo pezzo di questo audio era già stato pubblicato ufficialmente da Square-Enix nel mese di Agosto, con le voci inglesi; oggi possiamo ascoltare qualche minuto in più, con le originali voci giapponesi dei protagonisti. Ecco qui il video e, di seguito, la traduzione italiana dei dialoghi. Naturalmente vi ricordo che il tutto è fonte di SPOILER, perché ambientato dopo le vicende di FFX-2.

 

 

Tidus: Due anni. Sono passati due anni da quando Spira ha conquistato il Bonacciale Eterno. Mi è stata offerta una nuova vita. Per un anno ho potuto viaggiare accanto a Yuna. E’ stato grandioso. Lo è stato davvero.

Chuami: Kurgum ed io stavamo camminando lungo la Bevelle Stadium Road, precedentemente nota come Mika Road. Lo Stadio, che avrebbe dovuto essere già completo, mostra ancora il suo scheletro. Il Torneo si svolgerà davvero qui? Il Consiglio si assumerà le proprie responsabilità in caso contrario? Beh, non che questo abbia alcuna importanza per me. Non ha alcun impatto sulla mia vita. Ciò che mi importa davvero è la folla lassù, e le stelle che risplendono in mezzo.
Kurgum: Hey, Chuami, non da quella parte. Dobbiamo sbrigarci!
Chuami: Aspettano te, quindi tanto vale arrivare in ritardo. Comunque, guarda: non è Tidus, quello?
Kurgum: Huh…? Wow, è lui!
Chuami: Diamo un’occhiata più da vicino.
Kurgum: Okay.
Chuami: Che c’è, sei nervoso?
Kurgum: Ahahah (risatina nervosa)

(Chuami: Kurgum era nervoso non perché Tidus fosse una super stella del Blitzball… ma perché era uno dei leggendari Guardiani. Al fianco dell’invocatrice Yuna, ha letteralmente salvato Spira dall’annichilimento. Ad ogni modo, anch’io ero un po’ nervosa. E lo ero perché… lui conosceva mio padre)

(Tidus risponde alle incitazioni e ai complimenti del pubblico)
Tidus: Hey, grazie! Fa il tifo per me, okay? Yeeeah! Grazie! Grazie!

Chuami: Tidus, facciamo il tifo per te!
Tidus: Sì, sì…
Chuami: “Sì, sì”… non furono solo le sue parole ad essere vacue. Quando gli strinsi la mano, la sua stretta era debole e priva di vita.
Tidus: Okay! Adesso devo andare. Ci vediamo tutti allo stadio!
Kurgum: Ecco una vera star.
Chuami: Questo non lo nego, ma…
Kurgum: Che cosa c’è?
Chuami: Penso che sia ferito. Forse è ammalato, o qualcosa del genere. Hey Kurgum, quale squadra è data come favorita per la vittoria?
Kurgum: Probabilmente i Besaid Aurochs.
Chuami: E come seconda?
Kurgum: Gli Albhed Psyches, forse?
Chuami: Ok, cerchiamo un centro scommesse. Potremmo guadagnare una fortuna.
Kurgum: Chuami , davvero… tu sai…

(Chuami: Permettemi di presentarci formalmente. Questo è il mio amico d’infanzia Kurgum. Se il mondo fosse giusto, lui sarebbe un Invocatore. Ma le cose sono quelle che sono, e lui è attualmente in servizio come “trapassatore”, e accompagna le anime nell’Oltremondo. Il mio nome è Chuami, e sono l’assistente di Kurgum… ma in realtà è lui ad assistere me. Adesso non fraintendete: non è amore o cose del genere, non lo sarà mai. Il futuro potrà anche essere incerto, ma di questo sono sicura. Questa non è una specie di ironica premessa. Ripeto, non una premessa)

Kurgum: Forza, andiamo…
Chuami: Va bene, va bene…

(Chuami: Siamo stati incaricati di volare fino all’Isola di Besaid per conto di Baralai, Cancelliere del Concilio di Spira. Solo una piccola commissione, davvero)

 

Rinoa Heartilly

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento