Con l’aggiornamento alla versione 1.05 di Final Fantasy XV arrivano le missioni a tempo, che resteranno attive per una finestra temporale limitata e che prevedono delle ricompense davvero interessanti! Questi contenuti a tempo sono accessibili direttamente dal menu principale di gioco, a cui si è aggiunta una nuova voce, “Missioni a tempo“.



Accedendo alla nuova pagina possiamo visualizzare le informazioni relative alla prima caccia, che ci vede combattere contro un branco di ben 100 Kyactus e Kyaccatus che resteranno su Eos fino alle ore 4:00 del 7 Marzo 2017. Lo screen ci indica il nome del bersaglio, la zona in cui è possibile incontrarlo, eventuali requisiti da rispettare, e soprattutto la ricompensa prevista.

Per questa prima missione non ci sono requisiti di sorta, e il premio previsto consiste in 150.000 Guil, 10.000 ESP, ben 333 PA e 2 Medaglie commemorative. L’area in cui gironzolano le rapidissime piantine si trova a Sud della faglia di Duscae, nei pressi della Base di Perpetouss: accanto all’edificio c’è un cratere con un laghetto al centro, e poco a Sud-Ovest potremo avvistare i nostri bersagli contrassegnati da un punto esclamativo su sfondo blu.



I Kyactus e Kyaccatus sono 100 e tutti di livello 15, il che rende la battaglia non impegnativa ma – in base al nostro livello ESP – piuttosto lunga. Le piantine sono in grado di infliggere le alterazioni di status Caos e Avvelenamento, da cui sarà bene proteggerci con accessori appositi come il Ciondolo arcobaleno, il Ciondolo stellare oppure il Fiocco. In alternativa possiamo sempre ricorrere ad un Tonico, un Antidoto o una Panacea quando necessario.



I nostri sfuggenti bersagli possono inoltre ricorrere al celebre attacco 1.000 aghi, in grado di infliggere danni di ammontare certo, a prescindere dalle nostre difese, con un raffica di 10 colpi da 100 PV ciascuno. Per questo motivo è una buona idea adottare una strategia “mordi e fuggi“, assegnando un paio di rapidi colpi con dei pugnali e poi schivando lateralmente per evitare l’attacco nemico. Usare armi più possenti o affidarsi ad attacchi combo integrali potrebbe rivelarsi controproducente, perché ci espone alle raffiche di aghi avversarie.

Estremamente utile anche la torretta metallica, che ci permette di realizzare potenti proiezioni offensive ma anche di recuperare PV e soprattutto PM, che consumeremo in abbondanza se adottiamo la strategia di proiettarci rapidamente da una parte all’altra del campo di battaglia per evitare i colpi nemici.



Per quanto riguarda le armi da adottare, Kyactus e Kyaccatus sono deboli ai pugnali e alle armi da fuoco, che assegnano il 120% dei danni normali, mentre non presentano debolezze ad un particolare elemento. Sono invece molto resistenti al Fuoco e al Sacro (danno dimezzato), quindi mettiamo da parte armi o tecniche basate su questi elementi.

Considerando inoltre il basso livello avversario e l’irrisoria quantità di PV (5.000), conviene affidarci a Tecniche ausiliarie che ci permettano di colpire più bersagli contemporaneamente, piuttosto che concentrare il danno su uno solo di essi: Mira multipla di Ignis, Grilletto facile di Prompto ed Eradicazione o Ciclone di Gladio andranno benone. Per recuperare le forze all’intera squadra, Adunata di Ignis è sempre comodissima.



E’ possibile ripetere la caccia tutte le volte che si desidera, purché entro il 7 Marzo, ma si otterrà la ricompensa prevista soltanto al primo completamento.

Rinoa Heartilly

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento