Come ben sappiamo, storia e sviluppo di Final Fantasy XV sono parecchio articolati, essendosi snodati lungo un intero decennio. Originariamente nota come Final Fantasy Versus XIII, la storia di Noctis e Stella ci è stata presentata come parte integrante della Fabula Nova Crystallis, una mitologia tanto ricca e affascinante da essere in grado di reggere non uno ma ben tre capitoli Final Fantasy. Ad approfondire ciascuno un aspetto diverso della Fabula avrebbero infatti pensato Final Fantasy XIII, Final Fantasy Versus XIII e Final Fantasy Agito XIII.



Le cose, poi, andarono in modo assai differente. Agito XIII venne originariamente accantonato, trasformandosi in Final Fantasy Type-0 per PSP, per poi risorgere come titolo mobile nuovamente sotto l’insegna di “Agito”. Il Versus XIII, invece, ha subito una ancora più profonda metamorfosi, divenendo un titolo numerato principale della saga sotto la nuova direzione di Hajime Tabata.

Nei mesi successivi all’annuncio di Final Fantasy XV ci si è interrogati sulla sua appartenenza o meno alla Fabula, e in un primo momento sembrò prevalere la risposta positiva. Lo stesso Tabata aveva dichiarato di aver mantenuto “le basi fondanti” del Versus XIII, nonostante i necessari e profondi cambiamenti apportati al gioco, e il misterioso potere di Noctis venne inizialmente ricondotto agli “occhi della divina Etro“. Anche nei primi trailer di Kingsglaive Final Fantasy XV faceva capolino il quadro della dea Etro, identico a quello mostrato anni prima nelle primissime immagini del Versus.



Poi, con l’accumularsi di notizie e informazioni su FFXV, dalla magia dei Lucii al ruolo delle Invocazioni nella creazione di Eos, iniziò a delinearsi la conclusione opposta.

Per onor di precisione, Tabata lo aveva già lasciato intendere diversi mesi fa, nel corso di alcune interviste, ma adesso ne abbiamo la conferma definitiva: Final Fantasy XV non fa parte della Fabula Nova Crystallis. In quanto titolo numerato della saga Final Fantasy, si regge su una propria lore, su una mitologia tutta sua.


Non abbiamo dato molta importanza alla Fabula Nova Crystallis durante lo sviluppo di Final Fantasy XV, principalmente perché i mondi di Final Fantasy XIII e e di Final Fantasy XV sono del tutto diversi. E credo che da ogni episodio Final Fantasy i giocatori si aspettino storie che possano essere comprese ed apprezzate in sé e per sé, senza fare riferimento a background o conoscenze esterne. Quindi mantenere il mito della Fabula da FFXIII a FFXV non sarebbe stata una buona idea.Hajime Tabata

Ancora in tema Versus XIII, Tabata ha affermato, dietro specifica domanda, che al momento non c’è alcun progetto di inserire in FFXV gli outfit originali dei protagonisti. Tuttavia, se la richiesta dei fans fosse alta, il team potrebbe prenderli in considerazione per un DLC futuro.


Rinoa Heartilly

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento