Come da tradizione, una manciata di giorni prima di un grande evento (nel nostro caso, FFXV Uncovered) in rete e sulle riviste specializzate iniziano a circolare novità ed anticipazioni. Il nostro loquace Tabata, dal canto suo, non ha perso occasione per rilasciare qualche intervista, e così scopriamo da NicoNico che in questi ultimi mesi di sviluppo il team ha lavorato non soltanto all’ottimizzazione grafica e di gameplay, ma anche ad affinare la storia principale di gioco, che passa dalle 40 ore inizialmente annunciate alla bellezza di 50 ore! Secondo Tabata, questo è il monte ore necessario a completare la trama centrale del gioco, escludendo quindi dal conteggio le missioni secondarie e l’esplorazione non legata al corso degli eventi. Si tratta di un ammontare davvero notevole, che – quantomeno sulla carta – supera quello di quasi tutti i precedenti capitoli della saga.



Altro tema caldo è quello dell’aeronave, mezzo di trasporto e soprattutto di esplorazione per eccellenza, che ha fatto sentire la sua mancanza in capitoli come il decimo ed il tredicesimo, a causa della voluta centralità della storia e del suo progresso lineare. Le dichiarazioni del team rilasciate qualche mese sono state piuttosto prudenti: implementare un’aeronave in un mondo gigantesco, iper dettagliato ed interamente in 3D come quello di Final Fantasy XV è un lavoro immenso, ed eventualmente questa feature sarebbe stata inserita come DLC gratuito successivo al release del gioco, pur di non ritardarne l’uscita. Ebbene, pare che il team di FFXV abbia lavorato ottimamente in questi ultimi mesi, perché l’aeronave ci sarà, ci permetterà di volare lungo tutto il mondo di FFXV, e sarà presente sin dall’uscita del gioco!



Esplorando la mappa del mondo sarà possibile incontrare nemici storici, come gli evasivi Cactuars (davvero potenti ed in grado di schivare molti attacchi del party), e dedicarsi ad attività secondarie quali la pesca. Noctis è un componente della famiglia reale, per cui non ha grande esperienza in materia, ma saremo noi ad allenarlo e a fargli acquisire capacità sempre maggiori nel corso del gioco. Tabata ha definito questo minigioco una “battaglia con i pesci” con azioni estremamente realistiche. In giro per il mondo sarà anche possibile recuperare ingredienti per il cuoco del gruppo, Ignos, che man mano potrà preparare piatti sempre più elaborati: come per moltissimi altri elementi di gioco, anche per il cibo il team ha preso ispirazione da vivande realmente esistenti, appositamente scansionate ed adattate al mondo di gioco.


 

Rinoa Heartilly

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento