Kotaku ha recentemente intervistato Hajime Tabata, director di Final Fantasy Type-0 e Final Fantasy XV che si è sbottonato un po’ sulla direzione generale ed il feeling del gioco. Il director ci spiega che Type-0 è un gioco volutamente difficile perché parla di una guerra combattuta da un gruppo di studenti delle forze speciali; ogni ragazzo è talentuoso nell’uso della propria arma, ed assieme formano un team invincibile. Il giocatore è quindi invogliato alla tattica e alla cooperazione tra i personaggi per superare le difficoltà; bisogna avere una piena conoscenza dei personaggi per formare un team funzionale per ogni missione, solo così si eviteranno fastidiosi game over. Tabata pone l’accento sulle strategie: determinati mostri sono vulnerabili a certe tattiche, ma deve essere il giocatore a capirlo e prendersi il rischio nel formare il team. Tabata continua spiegando che Type-0 è molto di più che un button mashing folle; bisogna cercare di aggirare i nemici per fargli abbassare la guardia e quindi colpire duro per eliminarli in fretta.
Questa difficoltà potrebbe spiazzare i nuovi giocatori, quindi Tabata ha deciso di inserire un Easy Mode nel quale i personaggi livellano prima, fanno più danni e ne subiscono di meno. Lla speranza del director è quella di invogliare i giocatori a giocare alla difficoltà con cui il titolo è stato inizialmente pensato.

 

Lascia un commento