Salve a tutti cari utenti del Rinoa’s Diary! Eccoci qui riuniti per discutere di quanto presentato durante il Fan Festival europeo di Final Fantasy XIV. Io sono Elisewin e spero abbiate nei paraggi una sedia comoda!

3, 2, 1… Here we go!



Il keynote di oggi inizia con quello che, almeno inizialmente, si credeva fosse il vecchio trailer: in realtà si tratta di una versione estesa che ci permette di dare una rapida occhiata alle principali novità introdotte durante il Fan Festival. A sorpresa viene mostrato l’ampliamento della mappa di gioco, che vede ora la presenza di un nuovo continente, insieme ad un primo sguardo al Samurai.

Ma non perdiamoci troppo tempo in chiacchiere per il momento: fa la sua comparsa sul palco il producer Naoki Yoshida, che indossa quella che sarà sicuramente l’artifact armor del Samurai.


Nuovo job: Samurai

Come si era intuito da qualche tempo (e dai files presenti già all’interno del gioco) abbiamo scoperto che, nel ruolo di dps melee, potremo impugnare la katana e utilizzare questa classe che è stata descritta come ”totalmente dedita al danno singolo”. Ovviamente, per una questione di bilanciamento, avrà un sistema di AoE che, facendo un po’ di speculazione, immagino si articolerà in maniera simile a quello del DRG. Come per gli altri job di Heavensward, il Samurai non avrà nessuna classe ”preparatoria” da livellare e, dato l’innalzamento del cap, inizieremo subito dal livello 50 (anche se la cosa parrebbe ancora essere in fase di decisione).



Per quanto riguarda il gameplay, è stato mostrato lo stile di quelle che saranno le animazioni delle skill, e da questo punto di vista non possiamo che ammirare il lavoro dei programmatori: pochi fronzoli e una notevole cura per i movimenti delle mani durante la fase dei “Iai” (tecniche di scherma del lontano est), con gli effetti grafici dedicati soprattutto ai ”Sen’‘.
Parliamo proprio di questi ultimi: dalla descrizione che ci è stata fatta possiamo intuire che il gioco sarà tutto incentrato nel caricare una combo con le giuste azioni, per poi chiuderla scaricando la forza accumulata nella katana con uno dei tre possibili ”Sen”, che sono Setsu (neve), Getsu (luna) e Ka (fiore). Questo sistema ricorda un po’ il sistema dei mudra, e probabilmente a livello concettuale non dovremo aspettarci qualcosa di troppo diverso.

Un dettaglio importante per tutte le persone interessate ad iniziare l’espansione con il job Samurai: dovrebbe avere l’equip in comune con il MNK (Monk), pugni a parte.


Mappa

Adesso che abbiamo placato un pochino gli animi presentando il Samurai, passiamo a parlare delle succose novità legate al mondo di gioco: vamos!



Dall’unico continente di Eorzea si passa, a sorpresa, al reveal dei Tre Grandi Continenti. Dico a sorpresa perché si credeva che il setting dell’espansione sarebbe stato solamente la città di Ala Mhigo, ma abbiamo invece scoperto che Ala Mhigo sarà soltanto una importante tappa di un viaggio più lungo.

Aldenard è il continente che possiamo trovare ad ovest, Ilsabard è quello settentrionale, mentre Othard è il continente orientale. Proprio in questo ultimo continente avrà luogo un altro elemento fondamentale dell’espansione: la liberazione di Doma. A questo proposito sono state presentate nuove aree di gioco, fra le quali la città portuale di Kurogane che fungerà da capitale iniziale delle nostre avventure nel nuovo continente (meravigliosa l’architettura, che ricorda lo stile giapponese). Abbiamo avuto un assaggio dell’ambientazione grazie ad alcuni footage realizzati sul gioco, ma per ora abbiamo notizia soltanto della natura fortemente isolazionista della città.



Abbiamo poi scoperto la seconda beast tribe che incontreremo, ovvero la tribù dei Kojin. Potremo incontrarla solitamente incontrare nei pressi del Ruby Sea: da bravi commercianti, i Kojin sono tendenzialmente accoglienti nei confronti delle altre razze… se si può fare affari, s’intende! Sono una razza anfibia, hanno degli avamposti anche sott’acqua, e credono che i loro dei (i “kami”, tipiche divinità dello shintoismo) risiedano in tutte le cose. Ma, soprattutto, rivolgono le loro preghiere ad un loro personalissimo primal: Susano!
Susano, Lord of the revel, è il secondo primal che, insieme a Ravana, è stato creato appositamente per Final Fantasy XIV. Al momento non abbiamo alcuna informazione nei suoi riguardi, ma il suo artwork ce lo presenta vestito di un’armatura pesante e armato di uno spadone piuttosto pericoloso. Insomma, sicuramente in qualche modo lo andremo a salutare!



Si è parlato anche, sempre a sorpresa, di quella che sarà la nuova zona di housing: Shirogane. Il nuovo quartiere residenziale si ispirerà ad uno stile architettonico profondamente orientale e – per evitare che i giocatori non si godano l’espansione – la zona sarà accessibile fin da subito, ma l’acquisto degli appezzamenti di terreni sarà attivato solamente in un secondo momento. Nel corso della conferenza si è anche parlato di un sistema che possa permettere a chi possiede già una casa di trasferirsi: non è stato specificato nulla sul suo funzionamento ma, in tutta probabilità, si tratterà semplicemente di un’opzione da attivare una volta interagito con il plaquard di un plot libero. Insomma, una funzione in più per semplificare la vita a tutti i giocatori.

Ma non abbiamo finito, perché il Fan Festival è stato anche teatro di conferenze e interviste: ecco ciò che sappiamo!


Dichiarazioni sparse

Abbiamo deciso di riassumere in maniera schematica i punti salienti degli interventi di questi due giorni, selezionando le informazioni più importanti:

  • la 4.0 porterà solamente due nuovi jobs (Red Mage e Samurai), entrambi DPS, e difficilmente verranno aggiunte ulteriori classi in corso d’opera, come fu per il Ninja. Questo perché si è faticato parecchio per trovare un equilibrio (non ancora perfetto) fra le classi tank e le classi healer, e visto che l’espansione porterà un nuovo bilanciamento ed un revamp del sistema di gioco, il team preferisce essere cauto e non gettare carne al fuoco alla rinfusa;
  • si potenzieranno le funzionalità cross server, a breve dovremmo avere la possibilità di utilizzarle anche per la friend list e, per il futuro, il team conta di aumentare sempre di più gli elementi fra server;
  • il team al lavoro sui plotoni delle GC è adesso concentrato sull’espansione, ma lo sviluppo del sistema per portarsi dietro il proprio plotone è ad un ottimo punto e dovremo aspettare poco dopo la 4.0 per vederlo all’opera;
  • nonostante questo Fan Festival abbia spostato molto l’attenzione da Ala Mhigo a Doma, soprattutto a causa di trailer e Samurai, Yoshida e i suoi vogliono sottolineare che entrambe le nazioni saranno importanti allo stesso modo, così come la storia a loro dedicata;
  • lo staff è al lavoro su una patch per PS4 Pro, ma piuttosto che migliorare semplicemente la grafica, l’obiettivo è potenziare le performance del gioco. Si sta valutando anche la compatibilità con Nintendo Switch, vista la volontà di rendere FFXIV disponibile su quante più piattaforme possibile;
  • ci sono dei piani per l’inserimento del Blitzball di Final Fantasy X, ma si tratta di un progetto ancora in corso e abbastanza problematico. Il team ritiene che replicare semplicemente l’originale gioco di FFX non avrebbe suscitato un interesse longevo nei giocatori, e dunque l’obiettivo è sviluppare una modalità pensata specificamente per un MMO, in grado di adattarsi meglio allo spirito del gioco;


  • gli slot dedicati agli oggetti d’arredamento delle case saranno addirittura raddoppiati, mentre per quanto riguarda i giardini si sta ancora lavorando, perché il lavoro è più complesso. Chi non gioca su sistemi operativi a 64 bit potrebbe avere dei problemi a visualizzare queste cose, per cui un passaggio al 64 bit è consigliato dallo stesso Yoshida;
  • si sta bilanciando il livello di difficoltà per il raid: probabilmente il livello sarà quello dell’ultimo tier di Alexander ma, poiché lo staff vorrebbe accontentare quanti più giocatori possibile, si sta valutando l’inserimento di una nuova area sbloccabile una volta terminato il savage. Questa area sarà parecchio difficile, e Yoshida ha già chiesto al pubblico di non lamentarsi se poi dovesse rivelarsi troppo complicata (ndr: una sfida difficile? Sfida accettata!);
  • al momento, per evitare scenari di harassment nei confronti dei giocatori meno abili, il team preferisce non inserire un parser in game. Una volta che il revamp del combat system li avrà accontentati, riducendo quindi il gap fra i giocatori bravi e quelli meno bravi, valuteranno nuovamente l’implementazione. In ogni caso stanno provando a sviluppare un sistema alternativo che non mostri il DPS in maniera numerica, ma… ”Next topic please!’‘;
  • il prossimo step della Relic sarà rilasciato il 28 febbraio, con la patch 3.55a. “Sarà uno step facile?” “Forse”;
  • sarà introdotto un nuovo sistema che dovrebbe essere l’equivalente per il crafting/gathering del libro di Chloe;
  • annunciata la battaglia con Proto-Ultima! In ricompensa si otterranno accessori di ilvl 270, ma a quanto pare non avremo spiegazioni su come attivare l’encounter;
  • arriveranno nuove mappe e nuove regole per The Feast, la fine della Season 3 e l’inizio della Pre-Season 4;
  • il Diadem è stato rimandato alla 3.55b (che uscirà circa 2 settimane dopo) a causa di un bug. Ci hanno però anticipato che dopo il revamp l’area presenterà anche una forma di raid;

Siamo alla fine? Nope! Sorpresa! Final Fantasy XIV ha stabilito 3 nuovi Guinness World Records!

  • i più lunghi crediti finali per un MMO, con 1 ora e 38 minuti
  • il più alto numero di brani musicali composti per un gioco, con ben 384 tracce (complimenti davvero a Masayoshi Soken, ormai insignito da Uematsu stesso del ruolo di suo allievo)
  • per finire, il raggiungimento del titolo numero 87 ha permesso al franchise Final Fantasy di diventare il brand di RPG più prolifico al mondo!

Adesso finalmente è tutto: sono state due giornate intense in quel di Francoforte e speriamo vi siate appassionati per la release di questa nuova espansione. Ma non dimenticate il gran finale della 3.5 e, mi raccomando, portate sempre con voi il ricordo di Soken e Uematsu che fanno la posa dei Power Rangers.


 


Dal Rinoa’s Diary è tutto, alla prossima puntata!

Lascia un commento