Yoshinori Kitase ha rilasciato alcune brevi dichiarazioni su Final Fantasy VII Remake, rifacimento in alta definizione e per console next-gen dello storico settimo capitolo Final Fantasy. Fino a poco tempo fa, Kitase ha ricoperto il ruolo di producer del progetto Remake, fianco a fianco con Tetsuya Nomura; oggi è passato invece a lavorare a Mobius Final Fantasy, lasciando il posto a Motomu Toriyama.

Come già sappiamo, FFVII Remake sarà una “compilation” suddivisa in più Parti, ciascuna delle quali promette di offrire la longevità di un normale gioco next-gen, il tutto per non sacrificare nessun aspetto dell’originario Final Fantasy VII. Secondo l’ex-producer, il “voice recording” della Parte 1 è praticamente quasi finito, in relazione alla storia principale di gioco.



Kitase non si è dilungato in ulteriori dettagli, ma già da un anno sappiamo che lo Scenario della Parte 1 è completo, e dunque anche questo traguardo relativo al doppiaggio può far ben sperare in un release non troppo avanti nel tempo. Mr. K. ha inoltre speso qualche parola sulla nuova visual art mostrata circa un mese fa, in occasione del Grand Opening per i 30 anni della saga, dichiarando che l’aggiunta dell’ala nera di Sephiroth, non presente nella versione originale, ha un significato preciso lasciato all’immaginazione del giocatore.



 

Rinoa Heartilly

Rinoa Heartilly

Il mio nome è Anna e ho creato il Rinoa's Diary nell'ormai lontano 2001, stregata (ha-ha) dall'ottavo capitolo Final Fantasy. Da quel momento, l'amore per la saga non mi avrebbe più abbandonata.

Lascia un commento