Il combat system di Final Fantasy VII Remake è forse l’aspetto del gioco che più ha riscontrato consensi, sia da parte degli utenti che hanno giocato la demo, sia dai media che, nell’evento milanese (qui la nostra esperienza raccontata più nel dettaglio), hanno potuto provare con mano sezioni di gioco e un gameplay ben più avanzati di quelli della demo.

Le modalità disponibili a inizio demo sono tre: Classica, Facile e Standard. Inoltre è possibile cambiare la Modalità precedentemente scelta anche durante il gioco, non appena sarà possibile accedere alle varie voci di menu.

La modalità Facile ci permetterà di spazzare via i nemici minori senza nessuna difficoltà. Anche contro boss e miniboss raramente ci sarà bisogno di ripristinare le energie e non serviranno approcci particolarmente tattici per avere avere la meglio. Se siete interessati principalmente alla trama e non volete avere grattacapi negli scontri, questa modalità potrebbe fare per voi.

Di tutt’altro tenore è la modalità Standard che prevede una sfida equilibrata e giusta. I nemici minori resteranno relativamente facili da affrontare ma sarà richiesta una maggiore attenzione quando ci scontreremo con boss e nemici particolarmente ostici. Nelle battaglie, inoltre, la tattica assumerà un valore rilevante: bisognerà sapere quando schivare, quando parare, quando colpire e con quali abilità/magie. Il gioco ci “invita” a switchare da un personaggio all’altro per far fuori più facilmente alcuni nemici, per sfruttarne le debolezze e per far riempire più velocemente la barra ATB degli alleati. E’ di sicuro la modalità che vi consigliamo se vi piace un certo grado di sfida, anche se non avete troppa dimestichezza con i giochi action.

Vi parliamo infine della modalità Classica. Come suggerito alla relativa voce nel menu di gioco, questa modalità ci permetterà di concentrarci sulle abilità e le magie disponibili tramite costo ATB, lasciando che sia l’intelligenza artificiale a gestire gli attacchi combo e i movimenti dei personaggi sul campo di battaglia. In questa modalità resta inoltre possibile utilizzare le abilità individuali di ciascun personaggio. L’intelligenza artificiale che muove il tutto si dimostra all’altezza, parando, schivando e attaccando nei momenti migliori. Nonostante questi automatismi, viene lasciata libertà al giocatore di intervenire in situazioni particolari per prendere l’iniziativa negli attacchi o nei movimenti, rendendo momentaneamente uguale questa modalità a quella Facile.

Esatto, avete capito: l’unica difficoltà settata nella modalità Classica e quella Facile. Questo dettaglio cruciale purtroppo vanifica ciò che di buono questa modalità prevede. Di fatto rallenta gli scontri, li rende più noiosi e, se possibile, ancora più elementari che nella modalità Facile. Ed è un vero peccato perché se settata con una difficoltà Standard, la modalità Classica avrebbe potuto riservarci molte soddisfazioni e una reale differenza nel feeling di gioco.

Purtroppo ci sono pochissime, per non dire nessuna possibilità che le cose cambino nel gioco finale. Immaginiamo quindi che questa modalità sarà scartata dalla quasi totalità dei giocatori. Non è detto però che una modalità Classica (Standard) non possa essere inclusa tramite patch o nei successivi giochi del remake. Sognare non costa nulla.

Fateci sapere le vostre impressioni e le vostre opinioni e restate in attesa per ulteriori approfondimenti sulla demo dell’ormai prossimo all’uscita Final Fantasy VII Remake.

Ruben

Ruben

Sono il vostro amichevole Vincenzo di quartiere. Il mio nick sul web è di solito Ruben o Ruben Shinra o anagrammi dello stesso. Mi piacciono i film e i videgames, in particolare quelli con una bella trama da narrare. Questo mi ha portato qui al Rinoa's, la passione per Final Fantasy e le sue storie. Qui collaboro per scrivere guide e, ultimamente, mi diletto nell'esporre meglio che posso i miei pensieri e le mie idee su Final Fantasy e tutto ciò che ad esso è legato.

Lascia un commento