Il nostro arrivo in questo mondo coincide col momento topico del piano diabolico di Ade per impossessarsi del trono del fratello; un piano che prevede profezie, pianeti allineati e titani infuriati.

Il trio ha apparentemente mancato la zona di atterraggio. Dell’arena dell’Olimpo non c’è nemmeno l’ombra e i tre decidono di procedere con le ricerche. Dopo un breve tratto di strada apparirà un gruppo di nemici ben nutrito (Shadow, Soldati, Soldati aerei e un Blu ciccio) e verremo introdotti al tutorial per l’uso della magia.

Ci viene ricordato che è possibile selezionare e lanciare le magie apprese selezionando l’apposita voce nel menu dei comandi. Naturalmente le magie consumano PM dalla barra blu in basso. Tale barra tornerà a riempirsi solo quando avremo terminato i PM a nostra disposizione o con l’utilizzo di oggetti appositi. Come nei precedenti capitoli, è possibile assegnare le magie all’accesso rapido tramite la voce Modifica del menu principale; ciò ci permetterà di accedere ad esse più facilmente grazie alla pressione del tasto dorsale L1. Potremo settare l’accesso rapido però soltanto dopo la fine di questa breve battaglia. Lo scontro sarà semplice; l’unica accortezza da tenere in considerazione è quella di colpire il Blu ciccio alle spalle col nostro Keyblade.

Ci verrà suggerito di procedere verso la cima del monte, quindi avviciniamoci alla parete di fronte a noi e noteremo che brilla ad ondate verso l’alto. Un breve tutorial ci spiegherà che tutte le pareti che emanano questo “tenue bagliore” sono scalabili in scioltezza semplicemente andando incontro ad esse.

Saliamo sulla parete alla sinistra della statua di Zeus e raccogliamo un PA+ dallo scrigno verde. Proseguiamo quindi verso la parte opposta lungo l’unico percorso disponibile, non mancando di colpire casse e botti di legno per ripristinare PV e PM consumati nella precedente battaglia e guadagnare qualche munny. Ancora pochi passi ed assisteremo ad un filmato.

Del Colosseo olimpico non c’è traccia. Sora sembra aver totalmente sbagliato strada. Ma la presenza dei tre non è sfuggita al focoso Ade che è di nuovo in procinto di combinare guai. I titani sono stati risvegliati e la “leggera brezza” prodotta da uno di essi farà volare via dal monte il nostro trio di amici. Ma Ade resta tranquillo per poco tempo: Malefica e Pietro sono tornati nel regno dell’Olimpo alla ricerca di una particolare, e a quanto pare importantissima, “scatola nera“.

La scena torna sui nostri tre amici che, dal monte, sono atterrati dritti dritti tra le braccia di Ercole (beh, quasi tutti). La città di Tebe è semidistrutta ed in fiamme per colpa di Ade e dei titani. Bisogna darsi una mossa per fermare il cattivone.

Quando il gioco riprenderà, un breve tutorial ci spiegherà come utilizzare i punti di salvataggio. Mettendo piede all’interno dei cerchi verdi potremo ripristinare PS, PM e potremo accedere con Triangolo ad uno speciale menu che permette di salvare la partita e altre piccole cosucce.
Un secondo tutorial invece introdurrà il negozio moguri. Queste speciali botteghe vendono oggetti da utilizzare nella nostra avventura e, in futuro, ci permetteranno di forgiare e potenziare armi e armature. Al momento comunque, entrando in questa voce di menu, ci verrà spiegato che ogni volta che faremo il nostro ingresso nell’Officina, depositeremo automaticamente i materiali per l’elaborazione raccolti in precedenza; collezionando un certa quantità o più tipologie di materiali, i moguri ci faranno dono di preziose ricompense. Troverete un elenco completo delle ricompense ottenibili dalle varie collezioni in questa pagina. Depositando ad esempio i materiali raccolti fino ad ora riceveremo in regalo un Elisir. Al momento il nostro portafogli non ci permette di fare grandi acquisti e comunque non abbiamo necessità di comprare nulla. Salviamo quindi la posizione e procediamo verso il centro della piazza.
Sora approfitterà di un attimo di pausa per chiedere consigli ad Ercole  su come ritrovare i propri poteri perduti. Purtroppo Ercole non saprà cosa rispondere se non che, nel suo caso, era bastato l’ardente desiderio di salvare Megara. La discussione verrà interrotta dall’arrivo di un gruppo di Pironucleo che ci si pareranno davanti. Un tutorial ci spiegherà come utilizzare il Fluimoto, meccanica già presente in Dream Drop Distance, per muoversi più velocemente o per scatenare attacchi potenti. Mettiamo subito in pratica i consigli e utilizziamo le colonne luccicanti per scagliarci contro i nemici e avere facilmente la meglio. Se vogliamo combattere con i sistemi tradizionali, evitiamo quanto meno di usare la magia Fire (danni nulli) e usiamo piuttosto Idro (danni doppi).

Dopo un breve intermezzo con Megara, Fil e Pegaso, Ercole spedirà in maniera poco ortodossa il nostro trio di amici nella parte alta della città per salvare una b.i.d. (bambina in difficoltà). Un veloce spiacevole incontro con Malefica e Pietro introdurrà una nuova sezione di gioco in cui dovremo ripercorrere (stavolta a piedi) il cammino verso la piazza. Salviamo la posizione se lo riteniamo opportuno e apriamo il grande forziere nelle vicinanze per appropriarci della mappa di Tebe. Scendiamo per le scale per affrontare altri Pironucleo e scoprire che il nostro percorso è sbarrato da un intenso incendio.
L’ennesimo tutorial introdurrà gli Attacchi di squadra: attivabili col pulsante Triangolo, alcuni di essi saranno utilissimi in battaglia; altri invece saranno utili all’esplorazione (come in questo caso). Raccogliamo del Sedano nel cesto delle verdure in zona (spiegheremo più tardi a cosa servirà) e premiamo quindi Triangolo in prossimità del fuoco per attivare la Trio-slitta ed utilizzare lo scudo di Pippo come improvvisato e ignifugo mezzo di trasporto. Schivando pochissimi ostacoli potremo procedere nella prossima area.

Dritto davanti a noi c’è uno scrigno con una Pozione. Proseguiamo quindi scivolando sui tetti fino a terra, raccogliamo un Etere dal forziere e proseguiamo fino alla piazzetta dove potremo affrontare un gruppo misto di Soldati e Soldati aerei. Una volta sconfitti (utilizziamo il fluimoto sullo colonne per velocizzare le cose), parliamo con la coppia di tebani sui massi per ottenere una Pozione e proseguiamo. Noteremo che, scendendo lungo le scale, la parete a destra brillerà, segno che può essere scalata; in cima ad essa troveremo due Pop-catt a guardia di un forziere che contiene un PA+.
Continuiamo lungo le scale per affrontare un altro breve percorso sulla Trio-slitta. Svoltiamo a sinistra e andiamo dritti e, una volta scesi dallo scudo, entriamo nell’abitazione per raccogliere una Cintura scudo (+1 alla difesa) dal forziere, proseguire balzando sulle colonne e ritrovarci di nuovo all’inizio della zona infuocata. Stavolta svoltiamo a sinistra e poi a destra sullo scudo e, tra i palazzi che crollano, arriveremo ai Giardini.
Entriamo subito nell’edificio ad est per affrontare il gruppo di Shadow e Soldati, parlare con il tebano e ottenere una Granpozione e raccogliere dai cesti di verdura Sedano e Limoni da utilizzare più avanti. Usciamo e proseguiamo verso sud fino al punto di salvataggio. Tra le colonne lì vicino troveremo uno scrigno con una Pozione e, proseguendo più avanti, affronteremo altri Pironucleo dopo un brevissimo filmato. Deviamo verso est per notare una statua che ha nelle caviglie un punto da colpire; abbattiamola per aprire un breve passaggio contenente uno scrigno con un Anello magico (da assegnare a Paperino) e poter raccogliere da terra dei Chiodi di garofano. Proseguiamo tra altri palazzi cadenti per raccogliere dei Cordoncelli da terra ed arrivare presso un tempio semidistrutto nella zona La grande Oliva.

Per oltrepassare la zona infuocata dovremo stavolta utilizzare il fluimoto sulla parete di sinistra (ignoriamo i nemici che compariranno in questa zona, potrebbero farci finire tra le fiamme) e proseguiamo tra le colonne verso i tebani in pericolo che sono circondati dai Soldato e, durante la lotta, dai Pironucleo. Facciamo piazza pulita e appropriamoci della ricompensa (Pozione) interagendo con gli abitanti. Dedicandoci alla distruzione delle casse e dei cesti presenti in zona troveremo anche altri ingredienti: Manzo, Vitello e Sedano. Verso est ci attendono altri nemici (Shadow e Soldati aerei) e altri abitanti grati con rispettive ricompense (Etere).
A nord, il percorso infuocato deve essere oltrepassato con la Trio-slitta; svoltiamo immediatamente a sinistra per raggiungere una zona erbosa contenente del Prezzemolo, Tartufo nero, Chiodi di garofano e un Etere custodito in uno scrigno. Risaliamo sullo scudo e proseguiamo verso nord ovest fino alla fine del percorso. Qualche ulteriore passo avanti ci permetterà di affrontare dei fastidiosi Arcieri bizzarri e arrivare finalmente nella zona Vialetto dove si attiverà un filmato. Un famiglia tebana è rimasta in trappola in una abitazione che non ne vuole sapere di restare in piedi. Ercole sta facendo il possibile per evitare il crollo ma l’arrivo di vari Pironucleo complica ulteriormente la faccenda; bisogna fare alla svelta!

Un tutorial ci spiegherà l’utilizzo della Grande magia: usando ripetutamente la medesima magia elementale, un indicatore sopra il menù si riempirà fino a far comparire un comando situazionale specifico che coincide con la medesima magia elementale ma molto più potente e a costo PM pari a zero. Oltre a ciò, un secondo tutorial sulle Fusioni ci spiegherà che lo stesso concetto può applicarsi all’utilizzo consecutivo di uno specifico Keyblade. Attivata la fusione avremo a disposizione dello combo più potenti e un colpo di grazia (di nuovo premendo Triangolo) semplicemente devastante. Queste due nuove abilità di gioco sono quello che ci vuole per eliminare alla svelta i numerosi nemici nel breve tempo che ci viene concesso. Utilizziamo quindi più volte Idro per attivare Idrora o usiamo gli attacchi combinati e le fusioni del nostro Kyeblade per fare piazza pulita dei nemici in men che non si dica. Una breve ed importante raccomandazione: in presenza di più comandi situazionali, è possibile scegliere tatticamente la migliore in base alle circostanze e alla tempistica, scorrendole con la pressione del tasto L2.

Effettuato il salvataggio, non senza qualche patema per le sorti di Ercole, Xigbar ci farà visita sottolineando quando può essere rischioso tuffarsi senza pensieri al salvataggio di tutti i bisognosi che ci capitano a tiro. Ercole è uscito spesso indenne dalle situazioni peggiori perché è un semidio. Ma quante volte Sora e compagni potranno sfidare la sorte senza conseguenze? Tuttavia l’enigmatico componente dell’Organizzazione incoraggerà Sora a cercare i cuori connessi al suo. Tale consiglio apparentemente buono confonderà leggermente Sora che comunque, spronato da Pippo, Paperino ed Ercole deciderà di procedere lungo il cammino.

Procediamo fino a raggiungere, sulla parte destra del percorso, un muro scalabile (il luccichio qui è quasi invisibile). Saliamo e procediamo saltando nella zona erbosa a sud che contiene un forziere con un PA+ al suo interno. Buttiamoci sotto senza paura per ottenere diverse unità di Cordonecello, Alloro e Porcino lungo il percorso. Infiliamoci nella breccia nel muro, raccogliamo una Pozione dallo scrigno e abbattiamo a colpi di Keyblade la parete a sud. Un nemico formidabile ci attende dall’altra parte ma prima di affrontarlo l’ennesimo tutorial ci spiegherà l’utilizzo di un’altra novità di KH3: le Attrazioni. Occasionalmente attorno a dei nemici sarà possibile notare un cerchio verde; attaccare quel nemico può far apparire un comando Attrazione da attivare con Triangolo. In base al luogo dello scontro possono apparire attrazioni diverse ma tutte incredibilmente potenti. Proviamo subito sul boss di turno!

Boss: Troll di pietra

PV: 720
Forza: 19
Difesa: 9
Resistenze e debolezze: –

Exp: 21
Ricompense: –

Colpiamo il Troll di pietra in questa zona per far apparire l’attrazione Nave pirata: è possibile ruotare la nave per direzionare con efficacia gli attacchi (premi X) e poco prima che la barra dell’attrazione si svuoti, con la pressione del tasto Triangolo si può scatenare un potente attacco epilogo. Il gigante uscirà da questi attacchi particolarmente provato; approfittiamone per sfoderare i nostri migliori colpi. Quando si rianimerà facciamo attenzione ai colpi della sua ascia e, quando salirà sulla stessa per ruotare come una trottola, allontaniamoci per evitare più facilmente i massi che ci scaglierà addosso. I nemici che compariranno occasionalmente non rappresenteranno un vero pericolo quindi sfoderiamo i nostri colpi migliori per mettere KO il boss.

Megara tornerà a farci il rapporto della situazione a Tebe. Se abbiamo seguito la guida qui proposta ci dirà che tutti gli abitanti sono stati messi in salvo. Tuttavia, la situazione sul monte Olimpo non sembra essere delle migliori, quindi il trio deciderà di accompagnare Ercole lungo la scalata.

Prima di proseguire facciamo un giro nella piazza per raccogliere alcuni ingredienti come Limoni e Sedano ad est e appropriarci di una Fluorite dallo scrigno a sud, dietro il colonnato. Spacchiamo ogni cassa e botte alla ricerca di munny e oggetti e quando avremo finito salviamo la partita. Si sbloccherà la funzione “Seleziona un’area” nei punti di salvataggio che ci permetterà di viaggiare da un salvataggio ad un altro, nello stesso mondo, in modo istantaneo. Approfittiamo del Mogushop per depositare i materiali raccolti lungo la strada ed ottenere eventuali ricompense. Le nostre finanze dovrebbero adesso permetterci di acquistare un Anello abile (Attacco +1 e PA +10) in modo da poter attivare tutte le abilità di Sora imparate fino a questo momento.

Nota: Spendendo i propri munny al negozio moguri ci verranno regalate delle Cartoline premio. Queste cartoline possono essere scambiate più avanti per dei premi random, alcuni dei quali sono estremamente preziosi. Al momento conservatele; più avanti vi daremo ulteriori istruzioni su come utilizzarle al meglio.

Ruben

Ruben

Sono il vostro amichevole Vincenzo di quartiere. Il mio nick sul web è di solito Ruben o Ruben Shinra o anagrammi dello stesso. Mi piacciono i film e i videgames, in particolare quelli con una bella trama da narrare. Questo mi ha portato qui al Rinoa's, la passione per Final Fantasy e le sue storie. Qui collaboro per scrivere guide e, ultimamente, mi diletto nell'esporre meglio che posso i miei pensieri e le mie idee su Final Fantasy e tutto ciò che ad esso è legato.

Lascia un commento