Le due Bonus Battle Ultimate e Ultimate + dell’evento “The Earth Stirs” ci metteranno contro due potenti creature magiche dalla fama ancestrale: il sovrano degli oceani Leaviathan e il signore dei draghi Bahamut! Ecco qualche suggerimento sulla preparazione a queste due impegnative battaglie.


Leviathan (Ultimate)


leviathan-ultimate-3Reame:
FFIII
Difficoltà: 140
Stamina: 60

Target Score:
Sfruttare la debolezza elementale di Leviathan all’elemento Tuono
Ridurre il parametro Magic di Leviathan

Ricompense:
Completion Reward: Gil x90000
Mastery Reward: Major Power Orb x4, Major Lightning Orb x3
First Time Reward: Skybreaker Earrings (III – MAG+15, resistenza moderata a Ghiaccio), Earth Crystal x1

Meccaniche della battaglia:

La meccanica della battaglia è estremamente semplice, quindi il maggior problema nasce dal non disporre di molta sinergia del reame di Final Fantasy III. Nonostante Leviathan disponga di potenti attacchi fisici, preferirà principalmente sfruttare le sue potenti abilità magiche per danneggiarci: Blizzaga per infliggere danni magici di elemento ghiaccio ad un alleato e Tsunami per infliggere danni magici di elemento acqua alla squadra. Oltre a questo, però, il Boss applicherà piuttosto frequentemente su sé stesso gli status Protect e Haste con le omonime abilità.

Suggerimenti per la formazione:

Difendiamoci a dovere utilizzando in primis Shellga (o Soul Break equivalenti) ed eventualmente con altre abilità in grado di aumentare la resistenza della squadra e/o Sentinel’s Grimoire/Stoneskin II. Utilizziamo appena possibile Magic Brak/down sul nemico per ridurre ulteriormente i danni inflitti dai suoi attacchi. Se disponiamo di tutto questo, potremo applicare sulla squadra Heavy Regen (per esempio con Divine Guardian che aumenta anche la resistenza della squadra) per ridurre davvero al minimo la necessità di impiegare cure. In caso contrario disporre di una cura di massa è strettamente consigliato, a supporto di una cura singola da utilizzare principalmente sulle vittime di Blizzaga. Sfruttiamo quanto più possibile la debolezza elementale del nemico all’elemento Tuono utilizzando magie come Thundaga/ja o abilità quali Thundara/ga Strike. In aggiunta a queste, ricorriamo ad abilità non-elementali o comunque non di elemento Ghiaccio, Acqua e Terra poichè i danni verranno dimezzati. Rimuoviamo prontamente gli status Haste e Protect da Leviathan non appena applicati ricorrendo ad abilità come Dispel o Banishing Stike!

Strategia alternativa: Reflect

Lo status Reflect potrà agire sotto due differenti fattori in questa battaglia:

  1. Ridurre i danni subiti: applicando Reflex sulla squadra potremo indirizzare al Boss la magia Blizzaga lanciata dallo stesso. Nonostante il Boss dimezzi l’elemento Ghiaccio, si tratta di una buona tattica se non disponiamo di buona resistenza, poichè dovremo praticamente preoccuparci solo di Tsunami. In tal caso però dovremo considerare l’idea di ricorrere prontamente a delle cure di massa possibilmente supportate dallo status Heavy Regen, in modo da aggirare Reflect
  2. Godere degli status positivi lanciati dal Boss: lanciando Reflect sul Boss (in alternativa o in aggiunta a quanto sopra), potremo godere degli status Protect e Haste lanciati dallo stesso poichè verranno riflessi sulla nostra squadra. In tal caso però, se utilizziamo attaccanti magici, dovremo applicare Reflect anche su un nostro alleato per poter riflettere le magie su Leviathan.

Bahamut (Ultimate +)


bahamut-ultimate-3Reame:
FFIII
Difficoltà: 160
Stamina: 1

Target Score:
Ridurre il parametro Defense di Bahamut
Sfruttare la debolezza elementale di Bahamut all’elemento Vento
Sconfiggere Bahamut prima che utilizzi Megaflare 3 volte

Ricompense:
Completion Reward: Gil x1500
Mastery Reward: Major Power Orb x4, Major Wind Orb x4
First Time Reward: Major Lightning Orb x2, Fire Crystal x1

Meccaniche della battaglia:

Bahamut possiede sia attacchi fisici che magici, sia a bersaglio singolo che di massa, estremamente dannosi: oltre agli attacchi fisici infatti il boss disporrà di Flare (infligge danni magici non elementali davvero ingenti!), Rake, Wing GustVacuum Wave (per infliggere danni fisici a tutta la squadra) e Megaflare (per infliggere gravissimi danni magici a tutta la squadra). La battaglia è divisa in 3 fasi in cui generalmente il Boss utilizzerà le stesse tecniche: la prima dall’inizio della battaglia fino a quando il boss non avrà perso circa il 40% dei suoi HP, la seconda da tale soglia fino a quando il boss non andrà circa sotto il terzo di HP e la terza fase da quest’ultima soglia fino alla sua sconfitta. Dovremo tuttavia fare attenzione a tale suddivisione praticamente solo per il fatto che ad ogni cambio di fase Bahamut utilizzerà Megaflare, e che a partire dalla seconda fase attaccherà due volte per turno. Bahamut resisterà, come di consueto, alle riduzioni di statistiche e risulterà resistente a tutti gli elementi eccetto Tuono (nessuna affinità) e Vento (al quale sarà vulnerabile).

Suggerimenti per la formazione:

Battaglia davvero impegnativa, resa non poco semplice anche dalla probabile assenza totale (o quasi) di sinergia del reame. Dal punto di vista difensivo dovremo ricorrere a tutto ciò di cui disponiamo: Shellga e Protectga (che siano abilità o SB Unique/Shared), Magic e Power Break/down (se possibile supportai da abilità SB in grado di sommare ulteriori diminuzioni come Full Break) e tassativamente Sentinel’s Grimoire/Stoneskin II.

Se non possediamo in squadra SG/SSII, è strettamente consigliabile utilizzarlo come Roaming Warrior riservandocelo per la seconda e la terza fase (prima che utilizzi il primo Megaflare! Quindi teniamo d’occhio gli HP). Se invece possediamo in squadra SG/SSII, la scelta migliore come Roaming Warrior sarà sicuramente Shout.

Dal punto di vista offensivo, il potenziamento della squadra, fisico o magico che sia, sarà fondamentale! Come detto sopra, poter disporre di Shout come RW o SB in squadra sarà di enorme supporto. In caso contrario dovremo ricorrere ad abilità in squadra come Magic Infusion di Kefka, Inaugural Prade di Edea, Focus di Lulu, Faith/Mana’s Pean nel caso di una squadra predisposta all’attacco magico e Burning Arrow di Tifa, Hand of the Emeperor di Leon, Flames of War di Lenna, Boost/Rallying Etude nel caso di una squadra predisposta all’attacco fisico. Tutto questo, se non presente, debitamente sommato ad Hastega.

Sicuramente una squadra fisica sarà decisamente più agevolata grazie alle abilità Aerora Stike e Wind Jump che saranno in grado di infliggere danni ingenti al nemico sfruttando la sua debolezza elementale al vento. Al contrario, ricorrere alla magia ci costringerà ad impiegare solo abilità non-elementali o Tuono poichè, non potendo disporre di magie di elemento vento, Bahamut dimezzerà qualunque altro elemento.

Oltre a quanto detto, sfruttiamo Armor Break/down per aumentare ulteriormente i danni fisici inflitti e ricorriamo a cure di massa (se possibile supportate da Heavy Regen) per curare regolarmente la squadra, soprattutto quando utilizzerà Megaflare al cambio di ogni fase. Le normali cure saranno comunque importantissime, soprattutto per rimettere in sesto le vittime di Flare (che difficilmente sopravvivranno se non protetti a sufficienza).

Lascia un commento